Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Furto di rame in stazione: treni bloccati

18mila chili sottratti nel 2010

Un furto di cavi di rame nella stazione di Roma Ostiense ha bloccato la circolazione ferroviaria sulla direttrice Tirrenica Roma-Pisa e sulla linea FR1 Roma-Fiumicino Aeroporto. "La sottrazione del metallo, avvenuta intorno alle 4 di questa mattina, ha provocato danni alle linee che alimentano i meccanismi che regolano la circolazione ferroviaria della stazione: scambi e segnali", hanno fatto sapere in una nota le Ferrovie dello Stato. La sospensione della circolazione ha bloccato quattro treni della lunga percorrenza fermi nelle stazioni della capitale: il Pellegrini 14639 Ventimiglia-Palermo, fermo a Ostiense; l'espresso 1943 Torino-Palermo, fermo a San Pietro; l'Intercity notte 799 Torino-Napoli, fermo a Maccarese; e l'EurostarCity 9762 Roma-Genova, fermo a Termini. I treni no stop Leonardo Express per l'aeroporto di Fiumicino invece sono stati sostituiti con autobus.

Nell'ultimo anno c'è stata una escalation di furti di rame nel Lazio. Secondo i dati forniti da Ferrovie dello Stato, se nel 2009 se ne erano verificati 75, nei primi 9 mesi del 2010 si è già arrivati a 90 per un totale di 18mila chili di rame rubati. Il picco massimo si è verificato in estate, con 60 furti tra l'1 giugno e il 30 settembre. Meta preferita dei ladri, il nodo di Roma. La più colpita è la zona della stazione Ostiense, con 20 furti, seguita dalla stazione Tiburtina con 6. Intanto la circolazione sulla direttrice Roma-Pisa è tornata alla normalità


[02-10-2010]

 
Lascia il tuo commento