Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pedaggio sul Gra

si pagherà dal primo maggio sul raccordo e sulla Roma - Fiumicino

I romani si preparano a pagare il pedaggio sul Grande raccordo anulare e sulla Roma-Fiumicino; alla Camera è stato infatti respinto l'emendamento del Pd che proponeva di escludere dal pagamento dei raccordi autostradali gestiti dall'Anas solo il Grande Raccordo Anulare di Roma.

Il pedaggio, che i cittadini giudicano un nuovo balzello, dovrebbe scattare dal primo maggio 2011. Secondo le stime dell’opposizione la novità costerebbe ai romani 60 euro l’anno. Il Decreto Legge , sull’intero territorio nazionale,  ha introdotto il pagamento per altri 1300 km di rete stradale. 100 di questi sono rappresentati dal raccordo e dalla Roma- Fiumicino.

ALEMANNO "la questione riguarda i pendolari" - "L'approvazione dell'ordine del giorno alla Camera è importante e ringrazio i parlamentari. Adesso si apre una strada: il Governo ha preso un impegno concreto e rivendicabile a rivedere la questione del pedaggio, che, ci tengo a precisare -ha detto Alemanno- non riguarda i romani ma i pendolari. Appoggio questa soluzione. L'Anas non è molto convinta. Ma se questa via sarà praticabile diventerà la strada maestra. Ad ogni modo ci sono molte soluzioni per fare in modo che i pendolari non paghino questo balzello".

"I pedaggi sul Grande Raccordo Anulare e sulla Roma-Fiumicino sono i regali che a maggio Alemanno farà ai romani in occasione del terzo anniversario del suo mandato da sindaco. -spiega il deputato del Pd, Enrico Gasbarra della commissione Trasporti della Camera-  Bocciando l'emendamento del Pd che fermava il progetto Anas, il centrodestra si è assunto una grave responsabilità, introducendo 1.300 km di nuove tasse".

Resta da chiarire le modalità del pedaggio; se a pagare saranno solo i pendolari, cioè i residenti fuori Roma. Per quanto riguarda il sistema di rilevamento è possibile l’adozione del "free flow", un sistema che non prevede caselli ma ponti di rilevamento che fotografano le targhe e il pagamento avviene con una carta prepagata o tramite addebito.
 
 

[30-09-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE