Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

La stagione del teatro Manzoni

Presentato l’ennesimo ricco cartellone dello storico teatro di via Montezebio

Di Giuseppe Duca

Nove commedie scoppiettanti, divertenti e intelligenti ci aspettano al Teatro Manzoni, rappresentate da tanti professionisti dello spettacolo, che ancora una volta danno vita ad una stagione teatrale ironica e brillante. Molte storie vengono interpretate e raccontate. Vicende d’amore, d’amicizia, di passioni, di tradimenti, di gelosie e di solitudine, storie di vita che  coinvolgono  emotivamente e sentimentalmente.

Si comincia il 28 settembre con Valeria Valeri e Milena Vukotic che presentano “Le fuggitive” di Pierre Palmade e  Christophe Duthuron per la regia di Nicasio Anzelmo. Due donne si incontrano per caso di notte, mentre fanno l’autostop. Entrambe fuggono dalla loro routine quotidiana, e da questo incontro di due persone molto diverse ha inizio una nuova avventura, dalla quale scaturiscono situazioni esilaranti e ricche di umanità. Carlo Alighiero e Rita Forte dal 26 ottobre portano in scena “La cicogna si diverte” per la regia dello stesso Alighiero. La divertente commedia di André Roussin  ci racconta con ironia e comicità come una famiglia tradizionale napoletana, di solidi principi morali venga scossa dall’arrivo improvviso di uno stormo di cicogne. Dal 23 novembre al 19 dicembre Massimo Giuliani , Gabriella Silvestri, Sergio Fiorentini sono i protagonisti di “Ah…gli uomini che mascalzoni” di Ray Cooney, Arne Sultan, Earl Barret, diretti da Silvio Giordani. Divertente e coinvolgente, la pièce analizza la vita di una coppia borghese in crisi, mettendo a confronto tre generazioni, c’è un nonno burbero ma generoso, un figlio alle prese con le prime avventure amorose e non  manca una coppia di amici molto invadente. I rapporti si complicano, i consigli si sprecano e… divertimento assicurato con Paola Quattrini e Pietro Longhi che dal 28 dicembre animano il palcoscenico con “L’ultimo degli amanti focosi” di Neil Simon per la regia di Silvio Giordani. Dopo un lungo matrimonio e cinque figli Bernardo proprietario di un ben avviato  ristorante cerca un’avventura amorosa. E nel suo goffo, patetico, ma divertente tentativo, incontrerà diverse donne,  Emma, Roberta, Giannina…. Fino ad arrivare  all’incontro fatale.

Dal 25 gennaio al 20 febbraio Patrizia Pellegrino, Enrico Guarneri presentano “L’aria del continente” per la regia di Antonello Capodici. Il più celebre e rappresentato dei testi di Nino Martoglio racconta la storia di Cola Muscio un ricco possidente siciliano che costretto ad andare nella capitale per un banale intervento chirurgico, torna nella sua terra completamente cambiato. L’incontro con la soubrette Milla Milord ha difatti stravolto la sua vita… Elena Cotta e Carlo Alighiero dal 22 febbraio tornano insieme al Manzoni con “Bisogna uccidere il clown” di Jean Francois Champion. E' una metafora sul valore della vita. 

L'azione è condotta sul filo della comicità, in un gioco paradossale e imprevedibile. Si attendono degli ospiti per passare un fine settimana nella casa che il clown abita con un amico. Arrivano un giudice e sua moglie,  poi la figlia del clown con il  fidanzato funzionario di polizia. Ma già da molto tempo si aggira nella casa un giovane... Il clown verrà ucciso? Quando e soprattutto chi è il mandante? Gianfranco D’Angelo, Eleonora Giorgi, Ninì Salerno, Paola Tedesco portano in scena “Suoceri sull’orlo di una crisi di nervi” di Mario Scaletta per la regia di Giovanni De Feudis, dal 22 marzo. In un tranquillo nucleo familiare improvvisamente esplode come una bomba la frase “Mamma, papà mi sposo”.

E’ l’inizio di un esilarante  conto alla rovescia verso il matrimonio, che mette a dura prova l’equilibrio psichico delle rispettive famiglie. Organizzare le nozze  non è impresa facile,  soprattutto quando i futuri sposi sono figli di due padri che non si vedono di buon occhio… L’inseparabile coppia formata da Gabriele Pignotta e Fabio Avaro presenta dal 26 aprile“Se tutto va male divento famoso”, nuovo e divertente spettacolo scritto e diretto dallo stesso Pignotta. Crisi economica, profonda, globale. Le grandi società licenziano e un gruppo di dipendenti si trova improvvisamente senza lavoro. Che fare? Si potrebbe partecipare ad un talent show televisivo per aggiudicarsi il premio: oltre un milione di euro! Ma  nessuno di loro possiede talento…bisogna farsi venire un’idea. La stagione si conclude con Pietro Longhi e Paola Tiziana Cruciani che rappresentano dal 24 maggio al 19 giugno “Gente di Facili costumi”  scritta dall’indimenticabile Nino Manfredi e da  Nino Marino, per la regia di Silvio Giordani. Armando è un intellettuale che riesce a sopravvivere scrivendo per il cinema e la tv. Preferisce lavorare di notte, soffrendo di insonnia. Ma è continuamente disturbato dalla sua vicina, che  svolgendo la “propria professione” soprattutto di notte, rincasa tardi, fa rumore ed è molto distratta. Il loro incontro parte con il piede sbagliato ma il destino è dietro l’angolo.
Sipario!

[30-09-2010]

 
Lascia il tuo commento