Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno tra Bossi, Roma Capitale e il Gra

Il sindaco di Roma ribadisce che per i romani il Grande raccordo anulare resterà gratuito

A margine della conferenza stampa di presentazione del progetto “Sos donna h24”, il sindaco Alemanno ha risposto alle domande dei giornalisti. Tanti gli argomenti: dalla polemica legata alle dichiarazioni del ministro Bossi, che aveva sciolto l’acronimo SPQR in “sono porci questi romani”, alla questione dei pedaggi sul Grande raccordo anulare.

Alemanno si è detto soddisfatto dell’intervento del premier Berlusconi, che gli ha telefonato per stemperare le tensioni seguite alla dichiarazione del senatore Bossi. Ma il sindaco è andato oltre: “mi aspetto un impegno esplicito e articolato sulle politiche di Roma Capitale, non solo quelle di riforma, ma anche quelle finanziarie e relative alle Olimpiadi, e conto che quest’impegno venga dal Presidente del consiglio il 9 e il 10 novembre quando faremo gli stati generali della città di Roma, dove sarà presente anche il presidente Berlusconi.”

Risposte dirette anche sulle domande relative al decreto in esame alla Camera che prevede dal prossimo aprile l’introduzione di caselli virtuali su 25 tratte, tra cui Gra e Roma-Fiumicino. Il primo cittadino di Roma ha detto di aspettarsi una soluzione entro domani, quando il decreto verrà votato alla Camera.

Nel frattempo il sindaco Alemanno ha ribadito che ”questi pedaggi non riguardano i cittadini romani che si spostano nella città e che per loro il Raccordo anulare continuerà a rimanere gratuito. Però noi pensiamo anche ai pendolari che vengono a lavorare a Roma, per loro i pedaggi avrebbero un peso perché ogni giorno dovrebbero pagare sia pure poco, ma ogni giorno diventerebbe un peso mensile notevole.“

Antonio Scafati

[29-09-2010]

 
Lascia il tuo commento