Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pestaggio a via della Magliana

preso il quinto aggressore

Adesso, dei sei uomini che il 7 settembre scorso hanno rapinato e ridotto in fin di vita Ennio Casale in via della Magliana, ne manca solo uno all’appello.

Sabato scorso i carabinieri del nucleo investigativo hanno arrestato cinque dei sei aggressori. L’ultimo di loro, un cittadino romeno di 32 anni, è stato trovato a metà pomeriggio a largo antonio beltramelli, poco distante dalla stazione tiburtina. Ha tentato un ultimo tentativo di fuga, ma è stato preso e portato a regina coeli. L’uomo, che ha precedenti per furto e rapina, non ha ammesso nessuna responsabilità circa l’aggressione di via della magliana, trincerandosi dietro un muro di silenzio.

I carabinieri sono ora sulle tracce del sesto e ultimo componente del branco che la notte del 7 settembre ha quasi ucciso ennio casale. Un’aggressione che ha fruttato appena settanta euro e un I-pod. Ennio Casale, 63 anni, stava rientrando a casa. I sei lo hanno puntato, seguito, accerchiato e picchiato, lasciandolo sull’asfalto. A distanza di tre settimane, casale è ancora in coma.

Ad incastrare la banda è stata la telecamera di sicurezza istallata davanti a un bar. Nelle immagini si vede un uomo con il braccio ingessato. Da questo particolare sono scattate le indagini, che hanno permesso di risalire a uno degli aggressori, catarin ionut, e poi ai suoi complici, alcuni dei quali riconoscibili dalle immagini della telecamera. Gli investigatori pensano che i sei non siano nuovi ad episodi del genere. Molte rapine avvenute nella capitale con la stessa modalità, la vittima accerchiata di notte, derubata e pestata, potrebbero essere ricondotte proprio alla banda. Finora solo catarin ionut ha ammesso il pestaggio, ma le prove sono schiaccianti anche per gli altri.
 
 

[27-09-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE