Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sapienza. Il rettore Frati ''conti in rosso, mancano i fondi''

il rettore contro il Governo e i tagli all'Università

"Senza fondi La Sapienza non sarà in grado di iniziare l'anno accademico 2010/2011". Il rettore del primo ateneo di Roma Luigi Frati parla delle gravi conseguenze che possono ricadere sull'università visti i tagli previsti dalla finanziaria.

L'istruzione romana chiede risposte sulla risorse e sul problema dei ricarcatori perché, come spiega il rettore, "noi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo". "Se non arrivano i soldi arriverà un commissario per gestire la parte finanziaria, uno più bravo di me, noi abbiamo fatto in due anni quello che dovevamo fare in quattro. Abbiamo ridotto le facoltà e i dipartimenti  - ha spiegato - riordinato la governance. Ma resta il problema delle risorse".

"Mi rifiuto -ha aggiunto Frati -di approvare il bilancio preventivo 2011 in rosso e mi rifiuto di vendere gli immobili per fare cassa. Le norme di contabilità pubblica dicono che il presidente del consiglio dei Ministri metta all'ordine del giorno la materia e metta all'ordine del giorno la nomina del commissario".

LA PROTESTA DEI RICERCATORI - "Non censuro chi protesta -ha detto Frati- i ricercatori hanno posto all'attenzione un problema vero del Paese, non solo loro. Siamo l'unico paese che forma ottimi ricercatori e li regala all'Europa, perchè in Italia non si taglia dove la spesa è improduttiva ma si taglia la ricerca".

RINVIO DELL'ANNO ACCADEMICO -  Lettere e filosofia e architettura. Sono le prime due facoltà della Sapienza che hanno deciso di rinviare l'inizio delle lezioni per l'anno accademico 2010-2011. La decisione è stata comunicata da alcuni membri dei rispettivi consigli di facoltà.

[22-09-2010]

 
Lascia il tuo commento