Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alitalia: torna l'incubo dei tagli

rischierebbero il posto oltre 1.000 dipendenti

Alitalia non conferma, ma a dirla tutta, nemmeno smentisce le voci che da qualche giorno circolano sui giornali e che parlano di tagli al personale. Si parla di un piano di dismissioni che prevedrebbe entro la fine del 2010 l’uscita di quasi 2mila dipendenti. Molti di questi potrebbero essere dipendenti del leonardo da vinci, in particolare il 750 stagionali e altri 750 che passerebbero ad altre società tramite delle esternalizzazioni.

Eppure a Fiumicino si registrano anche dati incoraggianti con un vero e proprio boom di presenze con circa 36milioni di passeggeri stimato entro fine anno, più 6,5% rispetto al 2009. si tratta però, per il top manager di Cai, di riuscire a dimezzare le perdite operative di circa 140milioni, per raggiungere tale obiettivo potrebbero farne le spese i lavoratori. A quanto si apprende i vertici di Cai e il capo del personale di stefano starebbero lavorando a un piano di efficientamento, per questo da alcuni giorni si starebbero svolgendo dei sondaggi tra i dipendenti per capire chi sia disposto ad accettare una cassa integrazione volontaria a partire da ottobre. La cig potrebbe oltretutto riguardare anche piloti e assistenti di volo.

Sulla questione è intervenuta anche la presidente della regione lazio Renata Polverini, tra i protagonisti in qualità di leader dell’ugl ai tempi della dura trattativa per salvare alitalia. “L’acquisizione da parte di cai, ha ricordato – ci ha consentito di contenere gli esuberi e di porre le basi per un rilancio della compagnia. È questa la strada che ci aspettiamo che venga perseguita”.

Proprio di recente la regione aveva siglato un accordo per tutelare i lavoratori di Alitalia Manteinanance System che prevede il riassorbimento del personale in esubero.

 
 

[20-09-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE