Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Cremonesi presidente Camera di commercio di Roma

eletto alla prima votazione

La Camera di Commercio ha di nuovo un presidente al timone di comando. Dopo mesi di trattative, discussioni e rinvii, è arrivata l'attesa fumata bianca: è  l'erede di Andrea Mondello.

LA BIOGRAFIA DI CREMONESI - Avvocato, imprenditore, già presidente di Acea spa, cremonesi è nato a Roma il 16 aprile del 1947. Dopo la laurea in Giurisprudenza e in Scienze politiche, si iscrive all’albo degli avvocati di Roma. Presto diventa vicepresidente con delega alla linea sindacale dell’associazione costruttori esili di roma e provincia – acer - e ricoprendo poi diversi incarichi di rilievo nell’associazione nazionale dei costruttori edili - Ance e in Ance Lazio – Urcel (unione regionale dei costruttori edili del Lazio). Negli anni a seguire incasserà ruoli direttivi di primissimo piano in numerose società operanti nel settore fianziario: in particolare, è stato amministratore delegato della fidurcel spa, consigliere di amministrazione di Lazio Lis spa – gruppo Filas; Fidurcel Broker srl; cassa edile della provincia di Roma, oltre alla banca popolare di Roma.

Consigliere di amministrazione e membro del comitato esecutivo anche di Sviluppo Lazio spa, presidente del consiglio di amministrazione di Bic Lazio Spa, società partecipata principalmente da regione ed unione regionale delle camera di commercio nel settore della promozione d’impresa.

Dal 27 giugno 2007 è presidente dell’Acer. Dal 24 ottobre 2008 viene nominato presidente dell’Acea dal sindaco Gianni Alemanno e membro del Cda dell’azienda. Sempre con il benestare della giunta capitolina entra a far parte della commissione Marzano, con il compito di tracciare le linee di sviluppo di Roma Capitale.

"I piani di sviluppo del territorio passano in parte dalla legge di Roma Capitale che credo sia un'opportunità unica e condivisa da tutte le forze politiche. Dobbiamo affiancarci in questo sforzo e 'utilizzarlà come aiuto concreto -ha detto Cremonesi- Tutto quello che snellisce i passaggi burocratici va nel senso di aiutare le imprese - ha aggiunto - Non vogliamo scorciatoie ma una semplificazione normativa". Cremonesi tra gli obiettivi dell'ente camerale ha parlato anche di un "aiuto per l'accesso al credito delle Pmi, a cui manca l'ossigeno in un momento di crisi come questo".

[15-09-2010]

 
Lascia il tuo commento