Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Portuense: trovate armi da guerra in un garage

arrestato un 43enne romano

Mitragliatrici, fucili e bombe a mano della Seconda guerra mondiale, un vero e proprio arsenale nascosto nel garage. Sono solo alcune delle armi da guerra trovate in via Giovanni Giorgi, nel quartiere Portuense, dagli agenti delle volanti della Questura. I poliziotti, impegnati in controlli finalizzati alla prevenzione ed al contrasto delle varie forme di microcriminalità, hanno fermato un veicolo in via delle Tre Fontane.

Sembrava un'attività di routine, ma l’atteggiamento particolarmente nervoso del conducente non ha convinto gli agenti che hanno proceduto ad un'ispezione più approfondita dell'auto. All'interno del portabagagli, dentro un borsone, c’era una pistola con proiettili calibro 7,62, considerati munizioni da guerra. Nell'abitazione dell'uomo e all'interno di due garage sono state trovate armi della Seconda guerra mondiale.

L'uomo - 43 anni romano, incensurato - è un collezionista e appassionato di armamenti militari e, a suo dire, non era consapevole della illegalità della detenzione del materiale, tutto sequestrato: su numerosi scaffali e senza un ordine ben preciso custodiva pistole, ordigni bellici e munizioni, oltre a numerosi accessori. Nell'inventario anche manganelli telescopici, mazze da baseball e armi ad aria compressa.

Complessivamente sono state trovate e sequestrate 2 mitragliatrici, 2 fucili mitragliatori, 4 bombe a mano, 1 revolver, 12 scatole di bossoli, 83 cartucce, 9 caricatori, oltre 200 tra coltelli e pugnali, 23 mazze da baseball, 3 machete, 2 strumenti elettroshock, 2 manganelli, e oltre 600 proiettili di vario genere completi di innesco, ogiva e polvere da sparo. Tutto l'arsenale, considerando l'elevata pericolosità, è stato messo in sicurezza con l'ausilio degli artificieri della polizia. L'abitazione è stata posta sotto sequestro. L'uomo è stato arrestato per i reati di porto abusivo e detenzione di armi, munizionamento ed ordigni da guerra, si è giustificato dicendo di “essere un collezionista”.

[15-09-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "L'arsenale sequestrato"