Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Finanziamenti regionali

3.000 progetti sotto il mirino della procura

3 mila progetti sotto il mirino della procura di Roma. Sta accellerando l’inchiesta sui finanziamenti a pioggia erogati in base alle indicazioni dei consiglieri regionali di mggioranza e opposizione.

L’accusa e’ quella di peculato un reato che chiama direttamente in causa gli amministratori e la gestione delle risorse pubbliche. Il sospetto e’ che in molti casi i soldi chiesti per finanziare progetti ed iniziative siano stati utilizzati solo in parte per le finalità sponsorizzate mentre il resto sia finito nelle tasche di qualche personaggio senza scrupoli. Intanto i carabinieri di via in Selci dopo aver raccolto i documenti di 712 attività hanno dato il via agli interrogatori dei funzionari che si sono occupati delle pratiche e stanno accertando con un indagine a campione se le iniziative siano state poi concretizzate. L’assessorato al bilancio e’ comunque corso ai ripari: c’e stato il primo stop agli staniamenti: bloccati 1 milione di euro per la fondazione Italia Amazzonia e 500 mila euro per un istituto di ricerca. I consiglieri comunque fanno quadrato intorno al meccanismo delle tabelle A e B.

Un sistema che permette ad ognuno di lor di disporre di 250 mila euro per opere pubbliche nel primo caso e 100 mila euro per sovvenzionare associazioni ed enti no profit. Un capitolo a parte riguarda la scelta dei progetti da finanziare: uno per tutti nella tabella b del bilancio 2005, 245 mila euro destinati al circolo fenlc roma 2000 per realizzare un monumento in memoria delle vittime delle torri gemelle  dell’11 settembre. Opera mai realizzata e soldi scomparsi.

[09-03-2007]

 
Lascia il tuo commento