Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Formula 1 a Roma, il Gp ad agosto

ancora polemiche con i comitati di quartiere. Alemanno ''si farā entro il 2013''

“Quel Gran premio non s’ha da fare”. I comitati di quartiere dell’Eur ad appena una settimana dal Gp italiano di Monza si oppongono all’idea di realizzare un circuito di Formula 1 nel quartiere a sud di Roma. Le ultime dichiarazioni di Alemanno che ha assicurato che entro il 2013 Ferrari, Mclaren e Red Bull si sfideranno nella città eterna da un lato hanno esaltato i romani appassionati di motori e dall’altro hanno scatenato l’opposizione dei comitati del “No” al Gp.

"Noi cittadini dell'Eur attendiamo da mesi un coinvolgimento da parte dell'amministrazione capitolina e invece di un procedimento di partecipazione abbiamo avuto soltanto annunci -spiega Cristina Lattanzi del comitato salute ed ambiente Eur- non abbiamo nessuna intenzione di consentire che il nostro quartiere sia svenduto. Basti pensare che il livello didecibel che raggiunge una macchina da corsa di Formula 1 è pari a quello di un aereo che si alza in volo".

IL SONDAGGIO - Gp di F1: sei d'accordo?

Maurizio Flammini, presidente dell’Fg Group, ex pilota di F1 e vero artefice del progetto che vuole portare il circus della F1 all’Eur ci tiene a precisare che la tappa romana della massima formula dell’automobilismo –come suggerito dagli stessi comitati- si terrà ad agosto (l'accordo è di 10 anni) quando la città è semideserta e solo il 2% dei residenti dell’Eur rimane a casa. “Così se ci sarà disturbo sarà minimo”, assicura Flammini che per la scelta di disputare la gara ad agosto ha già avuto l’ok di Ecclestone.  
Se Monza vale un giro d’affari di 300 milioni l’anno, il Gp di F1 romano potrebbe portare alla città anche di più con circa 120 – 130 mila tifosi previsti che affolleranno Roma nei tre giorni del Gp. Il tracciato è stato già svelato, il circuito cittadino sarà progettato dall’architetto tedesco Herman Tilke, e tecnicamente sarà simile a quello di Montecarlo. Il traguardo è prevista in via delle Tre Fontane, poi le monoposto sfrecceranno per via dell’Arte, poi di fronte alla Nuvola di Fuksas, in via Agricola e via di Val Fiorita senza mai passare per via Cristoforo Colombo che resterà aperta al traffico. Intanto il comitato “Amici dell’autodromo di Monza” domenica 12 settembre alle 14, il contemporanea con il Gp italiano, ha preparato una singolare protesta lungo le strade di Roma: decine di altoparlanti diffonderanno il suono dei bolidi di F1, e i romani testeranno la loro pazienza.

 
 

[03-09-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "La simulazione del circuito"
 
 
  CORRELATE