Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Decoro urbano, abbattimento paline abusive al Tiburtino

ma il degrado resta, i muri come bacheche

Degrado urbano? Al tiburtino si combatte così; demolendo a martellate le paline non autorizzate. Oggi i vigili urbani hanno abbattuto circa venti impianti abusivi tra via di Galla Placidia e via di Portonaccio, i vigili hanno elevato multe di 389 euro per ogni palina abusiva, le concessionarie pubblicitarie che li hanno installati dovranno anche ripagare le spese di abbattimento. Gran parte degli interventi eseguiti oggi sono il frutto di segnalazioni dei cittadini raccolte dall’amministrazione municipale o dai vigili urbani.

Diversamente dal passato, quando le rimozioni cessavano nel mese di agosto per riprendere a settembre, le squadre di intervento saranno sempre in azione e dovrebbero demolire, almeno secondo gli obiettivi del Campidoglio, migliaia di impianti abusivi.

Ma nonostante il lavoro di oggi e l’abbattimento di una ventina di paline irregolari, al Tiburtino il degrado del quartiere è ancora un problema agli occhi di tutti: i muri sono delle vere e proprie bacheche, dove addirittura si pubblicizzano i prezzi dei prodotti o si cerca di affittare casa.

Anche se non siamo in periodo di elezioni non mancano i cartelli abusivi politici, la situazione non migliora alle fermate degli autobus dove si pubblicizza, anche in questo caso abusivamente, l’ultimo concerto della zona o l’imperdibile serata in discoteca. Dal Tiburtino all’Eur la musica non cambia, anche qui manifesti ad ogni semaforo e locandine incollate ovunque. l’ultima denuncia arriva da legambiente: ai parioli un manifesto abusivo è stato dotato anche di illuminazione, con tanto di prolunga attaccata con il nastro adesivo ad una centralina di piazza Ungheria.

 
 

[05-08-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE