Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Festival del Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Festival del Cinema
 
 

I vincitori di Est Film Festival 2010

Marco Chiarini vince l'Arco d'Oro

Marco Chiarini

La IV edizione dell’Est Film Festival si è idealmente chiusa Domenica 2 Agosto con il corteo storico della città di Montefiascone che ha dato inizio alla 52° Fiera del Vino. Il corteo è partito dalla trecentesca Rocca dei Papi, dove si era appena conclusa la cerimonia di premiazione dell’Est Film Festival.

L’UOMO FIAMMIFERO di Marco Chiarini vince l’Arco d’Oro e si aggiudica il premio economico finanziato da Banca Cattolica.
La Giuria -presieduta dal vincitore dell’edizione 2009 Ago Panini- ha voluto premiare l’opera prima di Chiarini “non perché sia un film perfetto, non perché sia l'opera solida di un autore arrivato al termine di un percorso” ma in quanto “la luce del fiammifero di Chiarini è la luce capace di sfidare le convenzioni e vincere quelle difficoltà in cui tanto cinema giovane si dibatte e affoga, con la semplice voglia di essere, lieve, mai pedante, mai autoriale”.

Nel suo discorso Panini affronta l’importanza di saper pensare film “economicamente compatibili”, adattando il progetto cinematografico in base alla necessità attuale di prodursi da soli, cercando di arrivare al pubblico con immaginazione e leggerezza.
Il vice-presidente di Giuria Claudio Giovannesi sottolinea che la selezione dell’Est Film Festival ha visto in concorso sette opere prime: un “passo nel futuro” per incoraggiare i giovani autori, ricordando che nell’essere giovani “non c’è limite, ma passione”.

L’Arco d’Argento – Premio Cantina Sociale di Montefiascone al film più apprezzato dal pubblico va a 18 ANNI DOPO, opera prima di Edoardo Leo. Il pubblico di piazzale Frigo ha premiato le qualità di un prodotto “popolare” nel senso migliore del termine, che aggiunge un elemento di pluralità nel panorama della commedia italiana.

L’Est Film Festival ha visto in concorso altre due sezioni competitive, particolarmente seguite dal pubblico: la sezione documentari e la Maratona Corti.

L’Arco d’Argento per il miglior documentario va a NIGURI di Antonio Martino. La Giuria -composta dai membri dell’Associazione L’Acropoli e presieduta dal vincitore dello scorso anno Giuseppe Cacace- ha voluto premiare il documentario “per la capacità di trattare in forma emotivamente coinvolgente -nonostante i limiti dovuti alla modesta disponibilità di risorse tecniche- le contraddizioni di una società pronta a disconoscere il proprio passato e le esperienze di emarginazione di un mondo offeso che vive di speranze”.
Menzione speciale della Giuria anche a H.O.T. – HUMAN ORGAN TRAFFIC di Roberto Orazi.

In un festival che guarda al futuro, la Giuria della Maratona Corti –presieduta dal prof. Troncarelli- è affidata agli studenti di cinema e comunicazione dell’Università della Tuscia.
CAFFE’ CAPO di Andrea Zaccariello vince l’Arco d’Argento e il premio economico messo a disposizione dall’Università della Tuscia. La Giuria ha riconosciuto “la qualità delle immagini e la maturità nella condivisione della storia dall'inizio alla fine” e “la capacità di dirigere un attore portandolo a esprimere il massimo delle sue capacità, non dimenticando la finezza della lezione morale”.

Menzioni speciali per altre tre delle quindici opere in concorso. E’ L’AMORE VERO MALE di Vieri Brini ed Emanuele Policante si aggiudica la menzione della Giuria per l’originalità del lavoro e il coraggio della sperimentazione tecnica, realizzata con mezzi artigianali ma di grande effetto visivo.
Menzione anche alla “bellezza e pulizia delle immagini” per IO SONO QUI di Mario Piredda, cortometraggio impreziosito da un finale tra i più belli visti negli ultimi anni.
Sydney Sibilia si aggiudica la menzione per OGGI GIRA COSI’, cortometraggio ottimamente costruito a cui la Giuria riconosce un omaggio alla sceneggiatura.

L’Est Film Festival saluta così il suo pubblico e inizia già il conto alla rovescia per la prossima edizione.

[03-08-2010]

 
Lascia il tuo commento