Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rischio black out: L'Acea investe 100 milioni

dopo i disagi di ieri Acea corre ai ripari

Semafori saltati, traffico in tilt , persone intrappolate negli ascensori e residenti al buio. Un pomeriggio da dimenticare quello di ieri quando per un black out oltre 100 mila romani sono rimasti senza corrente elettrica. L’interruzione di servizio durata oltre 4 ore dalle 16.43 e’ stata causata da un incendio in una galleria sotto viale africa all’eur dove per un eccesso di corrente 3 cavi di media tensione, a pochi metri dalla centrale acea di via laurentina, si sono fusi.

Per permettere l'intervento dei vigili del fuoco e' stato necessario staccare l'energia elettrica e cosi i quartieri Eur, Torrino, Cecchignola, Trigoria, Laurentuino, Montagnola, Tor pagnotta , Vigna Murata e Fonte Meravigliosa hanno dovuto affrontare i disagi del black out: una trentina di ascensori si sono bloccati con all’interno dei condomini, ma i problemi hanno riguardato anche il traffico, impazzito per i semafori spenti.

L’intervento per la messa in sicurezza della galleria e’ durato molte ore fino a quando la corrente elettrica e’ stata ripristinata tra le 21.30 e le 22 per tutte le 30 mila utenze coinvolte.

Un brutto incidente avvenuto proprio nel giorno in cui Acea distribuzioni ha presentato il bilancio degli investimenti per l’ammodernamento della rete elettrica. Solo nel 2007 saranno spesi 105 milioni di euro, l’85% in piu rispetto al 2001. Investimenti che stanno gia dando i primi risultati . Nel 2006 c’e’ stato un incremento dell’energia immessa in rete del 2,8%. Dal 2004 al 2006 sono state riqualificate le reti di 27 quartieri . L’impegno sara’ comunque fino al 2009 e prevede interventi anche sul fronte del risparmio energetico, che porteranno ad un abbattimento dei consumi pari a quello complessivo annuo di circa 420mila famiglie. Un risparmio questo che però non prevede nessuna interruzione di corrente.

[07-03-2007]

 
Lascia il tuo commento