Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Discussione in aula sul bilancio

in apertura di seduta protesta del Pd ''Alemanno tassa anche i bambini''

E' partita la discussione in Consiglio comunale sulla manovra di bilancio 2010. Se l´ok definitivo dell'approvazione del bilancio capitolino non arriva entro sabato, il Campidoglio si avvia verso il commissariamento. L´opposizione insiste per discutere singolarmente le 15 delibere propedeutiche, tutte dense di contenuti: dai nidi alle mense, dalla tassa sui tavolini a quella sui matrimoni, la maggioranza invece chiede il dibattito unificato.

Si prevede, comunque, che il consiglio si riunirà tutti i giorni fino a venerdì, se non addirittura fino a sabato. Ancora da calendarizzare con precisione, la discussione del Bilancio 2010, che deve essere preceduto dall'approvazione delle 13 delibere propedeutiche, di cui 4 in discussione oggi. Persiste la divergenza di opinioni tra maggioranza e opposizione sulla scadenza dei termini per l'approvazione del Bilancio 2010.  La maggioranza ritiene che il Campidoglio non corre il rischio commissariamento se la discussione del Bilancio inizia entro il 31 luglio (con la votazione finale della manovra anche qualche giorno dopo). L'opposizione, invece, crede che il termine del 31 luglio sia perentorio per la votazione finale.

PROTESTA DEL PD - In apertura di seduta in consiglio comunale i consiglieri del Pd hanno esposto cartelli con su scritto: "Alemanno tassa anche i bambini", "Alemanno, i bambini ci guardano", "Alemanno cantastorie". I consiglieri comunali dell'opposizione hanno anche distribuito sui banchi qualche tipico giocattolo utilizzato negli asili nido. Motivo della protesta: gli adeguamenti delle tariffe degli asili nido in programma con il bilancio 2010. Adeguamenti che il Pd ha più volte chiesto di annullare.

INCONTRO CON  SINDACATI E ASSOCIAZIONI- Oggi, prima della discussione in Consiglio sul bilancio, si è tenuta una riunione per delineare la situazione della città su alcuni temi fondamentali come la gestione dei canili, delle caserme, l'edilizia abitativa, la gestione di Ama e Multiservizi, gli aumenti negli asili nido, l'assistenza ai bambini disabili, assunzioni, casa e Farmacap. All'incontro in via delle Vergini c'erano i consiglieri comunali dell'opposizione, Andrea Alzetta e Gianluca Quadrana, il capogruppo capitolino del Pdl, Luca Gramazio e Usb Rdb, Cobas, Cobas Trambus Open, Unicobas formazione professionale, Comitato romano contro la crisi, Coordinamento lotta per la casa, Movimento per il diritto dell'abitare, Blocchi precari metropolitani, Usi, Usicons, Cobas cooperative, operatori sociali in lotta, Assemblea lavoratori canili.

Un tavolo con i rappresentanti di associazioni e sindacati della società romana, quella dei nidi, dei precari, dei lavoratori dell'ambiente, dei lavoratori di Trambus open, del canile municipale, di Multiservizi e di altri settori sul futuro lavorativo, abitativo, scolastico e culturale di Roma. "Questa Giunta continua a non dare  risposte alla città. Si arriverà al bilancio, che è lacrime e sangue, e sarà approvato prima della fine del mese per evitare il commissariamento", hanno detto i partecipanti del tavolo che hanno poi aggiunto: "Il bilancio si trasformerà in un dramma per la città. Non ci sono i soldi per le case e nemmeno la volontà da parte della giunta di risolvere questi problemi e di offrire servizi a Roma. Il bilancio di questo incontro è negativo vogliamo incontrare sia la giunta che Alemanno".

 

 
 

[26-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE