Giornale di informazione di Roma - Domenica 11 dicembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Alemanno: ''Battaglia comune contro Roma ladrona''

duro attacco anche contro il finiano Granata

"C'è anche una Roma ladrona. Lo diciamo a chi combatte questa battaglia, che noi combattiamo con eguale forza. È una battaglia comune perchè noi paghiamo la presenza di Roma ladrona, ce l'abbiamo in casa e ci inquina, ci crea problemi". Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, cita un noto tormentone leghista rivolgendosi alla platea della fondazione Nuova Italia, nel discorso conclusivo della tre giorni di lavori a Orvieto. 

Rapporti con la Lega - Il sindaco, nel passaggio del suo discorso dedicato al federalismo, ammonisce poi agli alleati: "Non è possibile che nello statuto della Lega ci sia ancora la parola secessione. Questo punto va eliminato". Sulla via del federalismo, sottolinea Alemanno,"dobbiamo parlare chiaro alla Lega, con cui c'è un clima di amicizia. Ma ci vuole chiarezza fino in fondo altrimenti il percorso del federalismo rischia di essere inquinato".

Professori, figli del '68 - Alemanno parla anche di scuola, rovinata secondo il sindaco "da professori figli del '68", e contro cui "c'è bisogno che i giovani prendano in mano la bandiera della meritocrazia e facciano rivoluzione meritocratica per mandarli a casa". 

Legalità, il sindaco contro Granata - Parole forti anche nei confronti di Fabio Granata, esponente del Pdl della corrente finiana, con una storia politica di impegno nella lotta all'illegalità: "Ho sentito quanto ha detto Granata contro Mantovano un membro della nostra comunità - ha affermato Alemanno- io credo che siano necessarie due cose: primo che Fini e tutti coloro che hanno intenti costruttivi prendano le distanze da Granata ma credo anche, e mi duole dirlo, che sia tempo che Granata vada a farsi un giro fuori".

Granata alcuni giorni fa aveva alzato la voce contro il mancato riconoscimento del programma di protezione al collaboratore Gaspare Spatuzza da parte della Commissione centrale sui pentiti del Viminale presieduta proprio da Mantovano: "Ci sono pezzi dello Stato, del Governo e della politica che fanno di tutto per ostacolare le indagini sulla strage di via D'Amelio e creare condizioni di delegittimazione della magistratura", aveva affermato Granata contro cui si sono scagliati diversi esponenti della maggioranza,  

La riscoperta degli antichi valori - Il sindaco di Roma guarda quindi al passato per una riforma sociale: "Dobbiamo ritrovare i valori antichi della repubblica di Roma, che sono principi importanti anche della Repubblica italiana", sottolinea Alemanno, che indica tra questi valori "la dottrina sociale della Chiesa, il cattolicesimo e il principio della democrazia incarnata dal popolo".

[25-07-2010]

 
Lascia il tuo commento