Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lo stato dei lavori della stazione Tiburtina

sarà inaugurata entro la prossima estate

Se si guarda l'enorme cantiere che coinvolge la vecchia stazione ferroviaria Tiburtina, bisogna fare un esercizio di fantasia per immaginare quale struttura entro l’estate prossima sorgerà nel quartiere: una galleria ponte di 330 metri di lunghezza, 60 di larghezza, sospesa a 27 metri di altezza, collegherà il lato Nomentano a quello di Pietralata, due quartieri che dagli anni '30 sono divisi dalla linea ferroviaria.

I lavori per la copertura della galleria ponte cominceranno entro agosto, ma il cantiere della stazione Tiburtina è stato aperto tra il 2007 e il 2008. Finora non ha accumulato ritardi, né ha richiesto denaro in più di quello inizialmente stanziato. Non solo: la rete ferroviaria non ha subito alcun danno, e il transito dei treni è proseguito regolarmente.

I lavori, del costo complessivo di 322,5 milioni di euro, sono a circa metà del progetto: il lato Pietralata verrà consegnato a fine anno, l'intera struttura sarà invece inaugurata entro l'inizio della prossima estate.
A vincere la gara internazionale per la progettazione della stazione è stato lo studio del professor Desideri, che ha ideato una struttura senza eguali in Italia. La nuova galleria ponte è stata pensata per essere una struttura leggerissima, quindi senza necessità di fondamenta profonde, e tecnologicamente avanzata: è stato fatto uno studio sull’incidenza sui vetri dei raggi solari, e gli stessi vetri saranno realizzati in diverse tonalità per far sì che all’interno la temperatura sia sempre costante.

La galleria porterà i passeggeri ai binari attraverso ascensori e scale mobili. Lungo di essa sorgeranno librerie, negozi, bar e ristoranti, rendendo la struttura fruibile non solo a chi deve prendere un treno ma a chiunque voglia solo fare una passeggiata. Un lavoro, quindi, che rappresenta un passo in avanti nella concezione delle stazioni italiane. Strutture del genere, infatti, si trovano in altre città europee come Londra o Berlino, ma non c'è nulla di simile nel nostro paese.

Intorno alla nuova stazione inoltre verranno create aree verdi e tutta la viabilità del quartiere verrà ripensata e razionalizzata. In questa seconda fase dei lavori, sarà necessario estendere l cantiere fino a piazzale Stazione Tiburtina, apportando quindi modifiche alla viabilità circostante. La programmazione delle aree di cantiere avverrà per fasi: dal 26 luglio verrà chiusa una parte del parcheggio di interscambio di largo Mazzoni. Successivamente verranno spostate le aree di partenza dei mezzi Cotral e Atac.

Antonio Scafati

 
 

[22-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE