Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Adriano: ''Sono cresciuto come uomo''

conferenza stampa dal ritiro

Dopo il Capitano è il turno dell'Imperatore: dal ritiro di Riscone di Brunico, il nuovo giocatore della Roma affronta le domande dei giornalisti in conferenza stampa.   

Il passato - "Lo so, ho fatto cose non troppo belle. Ma adesso sono qui per tornare ad essere quello che ero prima": Adriano riconosce i propri errori con grande onestà ma si dice pronto a girare pagina, ricominciando proprio da Roma. Il brasiliano è stato al centro di numerose polemiche per la sua vita sregolata e il coinvolgimento in una inchiesta che ha fatto slittare di un giorno il suo arrivo a Roma.

I compagni - Poi i giudizi, ovviamente positivi, sui suoi nuovi compagni, su Ranieri e sulla società. Non rinnega il suo passato all'Inter e ricorda i coleghi brasiliani nella sua ex squadra, "anche se - scherza - ora sono un po' arrabbiati". "Totti - dice - è un giocatore che in campo si prende le sue responsabilità ma fuori è un ragazzo che ama scherzare e parlare. Il feeling sul terreno di gioco migliorerà col tempo".

Idee tattiche - Per quanto riguarda l'idea tridente? "Mi piace. Bisogna lavorare molto ma c'è la possibilità di giocare insieme: Totti al centro, io e Mirko Vucinic al lato è una soluzione ch può essere attuata". Il compagno di squadra che più lo ha stupito è Menez perché "ha una tecnica impressionante, è un grandissimo giocatore e farà benissimo".

Forma fisica - Sull'evidente stato di sovrappeso mostrato al momento del suo arrivo rasicura: "Preferisco non fare numeri. Sono stato fermo tre mesi. Posso dirvi che entro un mese sarò molto vicino alla forma fisica". E poi, anche sulle sue presunte dipendenze, tranquillizza i giornalisti: "Non avevo problemi di dipendenza dall'alcol ma di depressione. Mi sentivo triste e solo. Poi sono andato in Brasile, sono cresciuto come uomo grazie alla mia famiglia e ai miei amici. Ora sto bene, state tranquilli". Ora è il momento del suo riscatto: "Voglio tornare quello che ero un tempo. Sono cresciuto come uomo e ho due figli bellissimi. E punto anche a rientrare nella nazionale brasiliana".

 
 

[22-07-2010]

 
Lascia il tuo commento