Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Metro C, sbloccati i fondi per la tratta T3

ma eliminate due fermate

Dopo una lunga trattativa durata circa 12 mesi il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha sbloccato gli 84 milioni che servivano per il finanziamento della tratta T3 della linea C della metropolitana, quella che va da Colosseo a San Giovanni. Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno al termine della riunione del Cipe che ha confermato quanto già stabilito tre giorni fa. Per la tratta in esame servono 792 milioni di cui 143 finanziati dal Comune di Roma (12%), 95 della Regione (18%) che ha aggiunto i 7 mancanti e 554 provenienti da fondi governativi (70%) di cui 470 già finanziati con la legge obiettivo.

Ne mancavano 84 sbloccati oggi. "Ora - ha aggiunto il sindaco - tutti i lavori possono procedere per i prossimi 5 anni, fino alla fermata Colosseo, mentre si lavora per la tratta T2 che va oltre" e arriva fino a piazzale Clodio. Il sindaco ha ringraziato il presidente della Regione Lazio Renata Polverini e ha concluso dicendo che quella in questione "è l'opera pubblica infrastrutturale in costruzione più importante nel nostro Paese".

Due stazioni in meno - Un passo importante quello registrato oggi, anche se Roma si conferma città "refrattaria" alla costruzione di reti di trasporto sotterranee: per le fortissime problematiche archeologiche che non avrebbero consentito il rispetto di tempi e costi è stato deciso congiuntamente di eliminare le stazioni di Chiesa Nuova e Torre Argentina. Lo ha detto il responsabile dell'andamento lavori della linea C della metropolitana di Roma Giovanni Simonacci, ufficializzando l'eliminazione di due fra le fermate della tratta T2 che dovevano sorgere in prossimità di piazza Navona e a largo di Torre Argentina.

Qualora si fosse deciso di proseguire con la realizzazione di queste due fermate, i costi infatti sarebbero fortemente lievitati proprio per assicurare adeguate indagini archeologiche. Quindi, la metro C fermerà a piazza Venezia e poi direttamente a San Pietro, senza fermate intermedie su corso Vittorio Emanuele. Quanto alla tabella di marcia dei lavori della metro C, Ascarelli si e detto convinto che il primo tratto fino a San Giovanni possa essere inaugurato nel 2013, quello fino a Colosseo nel 2016.

 
 

[22-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE