Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Sciopero dei medici

1600 interventi sospesi a Roma

Circa duemila interventi in meno oggi in tutto il Lazio, di cui 1.600 sospesi nella Capitale, dove il 65 per cento dei medici ha aderito allo sciopero delle organizzazioni sindacali di categoria per protestare contro i tagli della manovra del governo "che rischia di smantellare la sanità pubblica". A riferirlo è il segretario regionale del Lazio dell'Anaao-Assomed, Donato Antonellis.

"Tutte le sedute di interventi programmati sono state sospese - ha spiegato Antonellis - ma sono state garantite tutte le emergenze e i servizi essenziali. In tutti gli ambulatori ci sono stati disagi. Il nostro obiettivo - ha precisato Antonellis - non è fare del male ai pazienti, ma far capire al governo e alla giunta regionale del Lazio che la sanità pubblica va tutelata e non smantellata".

Questi i temi sollevati dalle organizzazioni sindacali a tutela degli operatori del Servizio sanitario nazionale: "Blocco del turnover che determinerà nei prossimi 4 anni una carenza di circa 30.000 medici e dirigenti sanitari necessari al funzionamento degli Ospedali e dei Servizi Territoriali, anche a fronte del licenziamento della metà dei precari in settori fondamentali quali il pronto soccorso e i trapianti; precarizzazione di tutti gli incarichi professionali, non rinnovabili a prescindere da merito e competenze, che spalanca le porte alla invadenza della politica; congelamento della progressione economica prevista e finanziata dal CCNL e non dalla spesa pubblica, e sulla mancata retribuzione dei turni notturni e festivi; giovani medici esageratamente penalizzati nel trattamento economico e nelle prospettive di carriera".

 
 

[19-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE