Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Pedaggi, Zingaretti fa ricorso al Tar

''il 10 per cento della manovra graverà sul Lazio''

Il presidente della Provincia di Roma ha depositato il ricorso al Tar contro gli aumenti dei pedaggi autostradali in entrata e uscita da Roma, in vigore dal primo luglio in virtù del decreto-legge che contiene la manovra di bilancio. Per Zingaretti si tratta di un provvedimento "illegittimo e irrazionale".

"Presentiamo un ricorso formale contro questo aumento dei pedaggi, sia per ottemperare alla nostra funzione di tutela dei cittadini, sia perché la manovra finanziaria in generale è un provvedimento iniquo e ingiusto", ha annunciato Nicola Zingaretti durante la conferenza stampa a Palazzo Valentini.

LE MOTIVAZIONI - Il ricorso dell' amministrazione, ha spiegato Zingaretti, è dovuto a tre ragioni. Innanzitutto la legge dispone la maggiorazione dei pedaggi ''in ragione dell' interconnessione al Gra e alla Roma-Fiumicino, ma questa interconnessione in realtà non sussiste perché su 9 caselli individuati dal governo nella provincia di Roma per il pagamento, ben 8 non sono necessariamente interconnessi con le tratte di strade in gestione diretta Anas e soggette al nuovo pedaggio ''.

In secondo luogo l'aumento dei pedaggi è ritenuto illegittimo ''anche perché individua il Gra come tratta o raccordo autostradale in gestione diretta da sottoporre a pedaggio. Mentre in nessuna parte del provvedimento viene espressa una logica ragione per la quale il Gra debba o possa essere considerato come autostrada o raccordo autostradale''.

Infine, secondo la provincia di Roma e i suoi legali, il decreto legge sarebbe in contrasto con la direttiva della Cee relativa alla tassazione a carico dei Tir adottata al fine di eliminare le distorsioni di concorrenza tra le imprese di trasporto degli Stati membri.

APPELLO AI SINDACI - A conferenza conclusa Zingaretti ha aggiunto: "Ritengo importante che tutti i sindaci della provincia che vedono i propri cittadini colpiti dalla manovra si aggreghino al nostro appello". "In questo senso- ha aggiunto il presidentedella Provincia - l' adesione di Gianni Alemanno, sindaco di Roma, sarebbe molto importante, vista la città che rappresenta". Sugli effetti della manovra poi Zingaretti si dice molto preoccupato, per il futuro della capitale e di tutto il territorio lazial: "Tra balzelli autostradali, tagli ai Comuni e alla Regione il 10% dell' intera finanziaria andrà a gravare sul nostro territorio".

 
 

[18-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE