Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Taxi: rissa sfiorata in Campidoglio

approvata delibera su aumento tariffe auto bianche

In consiglio comunale si è sfiorata la lite tra maggioranza e opposizione, c'è chi ha mostrato cartelli di protesta, chi si è imbavagliato od è quasi venuto alle mani ma alla fine la delibera sull'aumento delle tariffe dei taxi romani è passata. Con 30 voti a favore, 16 contrari e l'astensione del consigliere comunale e la lista civica per Alemanno, Antonino Torre, il consiglio comunale di Roma ha approvato la delibera numero 21. "Una pietra miliare" per l'assessore comunale alla mobilità, Sergio Marchi, un "salasso per i cittadini" per il capogruppo del Pd Marroni.

LE NUOVE TARIFFE - La tariffa passa da fissa a progressiva con il costo di 1,42 euro a chilometro per le tratte più brevi, con un costo fisso da e per aeroporto di Fiumicino di 45 euro più un euro a bagaglio, di 35 per Ciampino e 120 per Civitavecchia. Ci sarà l'obbligatorietà di accettare pagamenti in bancomat o carta di credito per importi oltre i 30 euro, mentre non ci sarà limite di importo per le carte di servizi sociali. E, tra gli obblighi, anche quello di dare all'utente una ricevuta cartacea con tutti i dettagli del viaggio.

Sconto del 50% per chi accompagna i bimbi all'ospedale pediatrico Bambin Gesù e novità in rosa con un meno 10% notturno per i passeggeri donna. Previste anche sanzioni e sospensione della licenza per i tassisti che si macchiano di reati gravi. Non solo, il Comune avrà la facoltà di costituirsi parte civile nei giudizi per cui è prevista la sospensione della licenza taxi o dell'autorizzazione Ncc. Una piccola rivoluzione quella introdotta dal bon ton del tassista: al bando di pantaloncini e ciabatte alla guida ma abbigliamento consono e decoroso. Si è ampliato il raggio di azione delle vetture taxi qualora trasportino persone diversamente abili, e si è incentivato l'acquisto di auto ibride, permettendo a queste di transitare anche nelle zone dove è previsto l'accesso ai veicoli elettrici. Ora tutto l'impianto tariffario sarà sottoposto a una Commissione tecnica di congruità, formata da esperti che, rispettando i criteri stabiliti dal Consiglio comunale, andranno a verificare se la tariffa indicata da questa delibera è equilibrata e corretta. E, in tal caso, verrà applicata. In caso contrario, invece, sarà rimandata con le dovute modifiche al Consiglio comunale che dovrà ridiscuterla. Dunque gli adeguamenti delle tariffe scatteranno comunque in autunno.

CONSIGLIERE DISSIDENTE, AIUTI SI IMBAVAGLIA- Il consigliere comunale del Pdl, Fernando Aiuti, si è imbavagliato in aula durante la discussione della delibera sugli aumenti tariffari delle corse dei taxi romani. Motivo della protesta la volontà "di esprimere la propria dichiarazione di voto contraria alla delibera". Il presidente del consiglio comunale, Marco Pomarici, infatti, aveva concesso di intervenire solo ai presidente dei gruppi consiliari. Aiuti, però, ha denunciato di non essere d'accordo con la dichiarazione del Pdl perchè "c'è stata una trattativa segreta con una parte della categoria dei tassisti" e inoltre due suoi emendamenti non sono stati approvati.

 
 

[14-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE