Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Tagli alle Regioni, scontro con il governo

sulla manovra Tremonti è ''inflessibile'', Polverini delusa

Nessuna trattativa con le Regioni da parte del Governo, i tagli della manovra rimarrano quelli decisi inizialmente. Dopo  Dopo una riunione durata 90 minuti, i presidenti delle Regioni, tra cui anche Renata Polverini, sono scesi in sala stampa per rendere pubblico tutto il loro disappunto: "L'esito è stato molto negativo", ha detto Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, e ha annunciato che si appellerà al Quirinale.

"E' stata accolta dal presidente -ha detto Polverini- la proposta di una commissione comune per valutare gli sprechi, ma oltre questo non siamo riusciti ad andare. Delusa? Forse un po’ ma c’era da aspettarselo...", insomma anche la Polverini insoddisfatta, per quanto riguarda il Lazio, ha spiegato che visto che la sua regione è la terza più colpita dai tagli, e poiché a questo si somma la questione del debito sanitario, fornire ai cittadini alcuni servizi è una cosa praticamente impossibile. Sulla manovra Tremonti è stato "inflessibile", su materie come trasporto pubblico, edilizia residenziale pubblica, contributi alle imprese il risultato ottenuto dalle Regione col governo è pari a zero. Guai in vista quindi, così tanti che le Regioni sembrano intenzionate a restituire le deleghe su quelle materie di loro competenza che finora hanno garantito servizi e aiuti ai cittadini destinate, finanziaria alla mano, a subuire pesanti tagli.

IL LAZIO TRATTA SULLA SANITA' - La Polverini ha incontrato nel pomeriggio il ministro Tremonti "Si lavora per non aumentare le addizionali IRPEF e IRAP, -ha detto- c'è disponibilità a valutare tempi e modalità diversi per le regioni (come il Lazio) sottoposte al piano di rientro dal debito". Intanto la prossima settimana si riunirà la giunta regionale per fare il punto sulle conseguenze della manovra.

 
 

[10-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE