Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arrestato presunto omicida di Montespaccato

č un siciliano di 59 anni

Dopo tre giorni di indagini serrate la squadra mobile ha fermato all'alba l’uomo ritenuto responsabile dell'omicidio avvenuto domenica mattina in via  Bistagno al quartiere Aurelio.

Un’esecuzione in pieno giorno, secondo uno stile mafioso, quella che ha ucciso Carmine Gallo, 52enne pregiudicato di Torre Annunziata, già in carcere per traffico di droga e omicidio.

L’uomo finito in manette è Eduardo Miceli, siciliano di 59 anni, fermato questa notte dagli agenti della squadra mobile. Miceli, impiegato in una azienda di torrefazione nella zona di Montespaccato, è stato ascoltato in nottata negli uffici della Questura alla presenza del pubblico ministero Francesco Dall'Olio. A incastrarlo potrebbe essere stato il furgone del caffè utilizzato per la fuga dall’assassino e ritrovato poche ore dopo l’omicidio con tracce di sangue.

Secondo alcune indiscrezioni, Miceli avrebbe preso atto dell’accusa di omicidio da parte del giudice senza però fare alcuna ammissione. Il suo difensore, l'avvocato Cesare Placanica, ha fatto sapere che il suo assistito chiarirà la sua posizione nel corso dell'interrogatorio di convalida del fermo di fronte al Gip. Se fosse confermata la pista degli inquirenti, rimangono da chiarire quale il movente dell’omicidio e l’eventuale legame con gli ambienti malavitosi. Gallo, infatti, dopo essere stato condannato nel ‘92 all’ergastolo, collaborò con la giustizia, uscendo dal carcere con uno sconto di pena.

 
 

[07-07-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE