Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Pirandelliana 2010

Al via la rassegna diretta da Marcello Amici

Marcello Amici

Di Giuseppe Duca

Organizzata dalla Compagnia Teatrale La Bottega delle Maschere diretta da Marcello Amici, “Pirandelliana” è la rassegna di teatro in scena nel Giardinodella Basilica di Sant’Alessio all’Aventino in Piazza S. Alessio 23, a Roma.

L’evento giunto alla XII Edizione contiene, com’è tradizione, due commedie di Luigi Pirandello. Quest’anno è la volta di “Il piacere dell’onestà” e “Il berretto a sonagli”. L’aria che si respira nella rassegna non è raddensata, austera, severa, ma è ironica tragedia e commedia tragica. È teatro pirandelliano che affronta il problema delle convenienze, considerazioni di calcolo nelle quali la moralità è quasi sempre sacrificata, e il mito della menzogna che opprime e condiziona l’umanità. È il racconto di due personaggi disperatamente soli in un ambiente nel quale alligna l’ipocrisia, addirittura la superstizione.

Il Giardino della Basilica di Sant’Alessio è uno degli spazi più intensi dell’Aventino, si affaccia come un solenne balcone sulla Città. È un luogo antico e austero, silenzioso, intenso, il più elegante dell’Estate Romana.

A rappresentare gli spettacoli, troviamo Marcello Amici, Marco Vincenzetti, Antonella Alfieri, Carmen Vitter, Michela Grimaldi, Luca Ferrini, Maria Lovetti, Chiara Nicolanti e Carlo Bari.

Con “Il piacere dell’onestà” Pirandello ha creato ancora una volta un escluso cui la regia azzarda togliere il mezzuccio del pianto. La solitudine del personaggio si riflette nelle linee futuriste della scenografia, nelle note di un pianoforte, nelle luci sghembe, nel grottesco, strumento critico ed elemento aggregante attraverso il quale i misteri dell’anima e l’intenso teorema del testo si ricollegano e preannunciano le inquietanti suggestioni che un “tale” sta incominciando a dipanare a Vienna, in Berggasse 19.

“Il berretto a sonagli”, invece, è una commedia nata e non scritta, viva e non costruita. E’ la storia di Ciampa. Una maschera nuda che sottolinea il contrasto tra il sotterraneo fluire dei sentimenti e la rigidità delle forme che li imprigionano, tra la verità e la finzione. L’apparire conta più dell’essere, perché bisogna conservare il rispetto della gente. È la società di Pirandello riflessa da specchi deformati; i personaggi, le situazioni, i pupi non possono non riflettere momenti grotteschi. Un personaggio misero e titanico allo stesso tempo, eroico e pieno di umanità. Una umanità silenziosa e astuta che gli dà la forza di difendere la sua infelicità coniugale, contro la società ridicola del suo tempo. Un personaggio apparentemente piccolo ma infinitamente grande.

Le scene sono di Marcello de Lu Vrau, i costumi di Natalia Ariani, mentre il disegno luci e la fonica Giuseppe Tancorre.
In scena a giorni alterni dal 6 luglio all’8 agosto: “Il piacere dell’onestà” (il martedì, il giovedì, il sabato), “Il berretto a sonagli” (il mercoledì, il venerdì, la domenica).

Ingresso € 12,00 (ridotto per convenzioni € 10,00) - lunedì riposo Informazioni e prenotazioni: tel. 06.6620982 -

info@labottegadellemaschere.it

Inizio spettacoli 21.15.

[05-07-2010]

 
Lascia il tuo commento