Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lotta al tavolino selvaggio

la proposta di Athos De Luca

Con l'arrivo dell'estate il fenomeno dei tavolini selvaggi  si ripresenta in tutta la sua estensione: avviene nei tradizionali luoghi della 'movida', come Trastevere, San Lorenzo e Testaccio, ma anche in centro storico: qui tavolini, divanetti, fioriere, occupano illegalmente una superficie di ben oltre 3.500 metri quadri, un’area pari al doppio di quella della Galleria Colonna. L'occupazione abusiva di suolo pubblico ostacola spesso il normale passeggio dei pedoni sui marciapiedi. 

Contro questi abusi reiterati si sacglia il vicepresidente della Commissione Ambiente Athos De Luca, che in una nota fa sapere: "Per scoraggiare questo fenomeno di abusivismo ho fatto approvare in Consiglio Comunale, con il parere favorevole dell'assessore al Commercio Bordoni, l'impegno a delimitare con borchie fissate sul pavimento o con apposite strisce blu, lo spazio di occupazione di suolo pubblico effettivamente autorizzata e per cui il titolare paga la tassa comunale".

"Questo semplice accorgimento - dichiara il rappresentante del Pd - ha il duplice scopo di consentire ai vigili urbani di constatare, senza dare adito a nessuna contestazione e senza essere obbligato a misurazioni sul posto, il rispetto dell'occupazione di suolo pubblico e nello stesso tempo di scoraggiare il titolare dell'attività di somministrazione dall'occupare abusivamente il suolo pubblico".

"Visto che a distanza di sei mesi - conclude De Luca - l'assessore Bordoni non ha emanato alcuna disposizione per l'applicazione delle borchie, o delle strisce, già deciso dal Comune, ho chiesto al sindaco di emettere apposita ordinanza. Se poi si vuole favorire l'abusivismo ai danni dei commercianti onesti, avremmo capito che a Roma avremmo non un assessore al commercio ma un assessore al commercio abusivo".

[28-06-2010]

 
Lascia il tuo commento