Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Terremotati dell'Aquila a Roma

protesta contro scelte del Tg1

Circa 300 terremotati aquilani sono arrivati a Roma, con due autobus organizzati e con automobili private, per raggiungere palazzo Madama. I terremotati hanno protestato di fronte al Senato per dare sostegno ai propri consiglieri nella seduta straordinaria dell'assise civica aquilana convocata per chiedere la proroga della sospensione fiscale per tutti e certezza sui fondi della ricostruzione.

Così i cittadini dell'Aquila hanno risposto all'invito del presidente del Consiglio comunale, Carlo Benedetti, a una "mobilitazione permanente almeno fino a quando il resto del Paese non avrà compreso le difficoltà della situazione delle aree colpite dal terremoto del 6 aprile 2009". A Roma è arrivata anche una delegazione di sindaci del cratere, partita con un altro pullman dalla sede provvisoria dell'Amministrazione comunale.

I cittadini hanno portato bandiere neroverdi - i colori della città - e cartelloni con scritto "Sosteniamo L'Aquila", oppure "Legge ad Urbem" per chiedere una normativa specifica per il sisma. Tanti anche i cartelli di protesta contro la scelta del Tg1 di non trasmettere notizie sulla mobilitazione generale del 16 giugno scorso, all'Aquila, con migliaia di persone a bloccare l'autostrada. I cittadini sono pronti per questo motivo a manifestare in tarda mattinata davanti alla sede Rai di viale Mazzini. «Abbiamo avuto adesioni - spiega Annalucia Bonanni del comitato cittadino 3e32 - dalla Fnsi, dal popolo delle agende rosse, da Nuova Resistenza di Sonia Alfano, dalle Valigie blu e da Articolo 21. Siamo pronti ad andare alla Rai così come i friulani fecero a Trieste nel '76, per protestare contro un'informazione che non li rappresentava".

 
 

[24-06-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE