Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Lottomatica Roma crolla in Eurolega

Tau - Lottomatica: 99-56

Repesa e Bodiroga

Squassante sconfitta in terra spagnola per la Virtus Roma che a Vitoria perde 99-56 contro la corazzata Tau. Alla “Fernando Buesa Arena” la Lottomatica lascia le speranze di qualificazione alla fase successiva dell’Eurolega e soprattutto la dignità.

Il + 43 finale è attualmente lo scarto maggiore in una partita di top 16, il precedente record era stato fissato il 16 aprile 2003 durante il match tra Cibona Zagabria e CSKA Mosca terminato col punteggio di 59-101.

Ma torniamo alla partita. Comincia subito forte con il Tau che spinge sull’accelleratore. Il primo, unico ed effimero vantaggio romano sarà l’1-2 firmato dalla coppia Bodiroga- Hawkins. Dopo di che cala il sipario per la Virtus che rimarrà in campo con il solo scopo di limitare i danni provocati dalla pioggia di triple di Erdogan e Arslan e dalla classe sotto canestro di Scola e Splitter. Dopo quattro minuti il punteggio è 10-2, poi si tocca il 17-4 e alla fine del primo quarto il punteggio sarà 26-13. Il secondo quarto si apre con quattro triple consecutive del Tau, e dopo 14 minuti il tabellone recita 38-18. Roma è in ginocchio, solo Bodiroga prova a reagire, ma ogni sforzo è vano.

Qualche buona giocata di Righetti non riesce comunque a fermare l’emorragia, alla fine del primo tempo è 48-32. La Virtus non gioca mai di squadra, sono rarissime le azioni corali, quasi tutti i punti arrivano da iniziative dei singoli. Contro i baschi queste sono cose che paghi. Pronti via e il terzo quarto si trasforma subito in un incubo ben peggiore dei precedenti due. Roma impiega tre minuti solo per segnare il primo canestro della ripresa, il Tau al contrario è un orologio svizzero e continua a martellare la difesa romana. A metà terzo quarto siamo sul 68-38. Alla fine del quarto il punteggio sarà 76-40, con un parziale complessivo di 28-8.

Il quarto periodo è semplicemente la triste appendice del quarto precedente. Roma è completamente allo sbando, il Tau senza pietà- come è giusto che sia- continua a giocare come se si fosse sullo 0-0. Roma paga la grande frustrazione con due falli antisportivi di Bodiroga e Stefansson che portano il punteggio sull’84-42. Poi accademia fino alla sirena finale. Si chiude sul 99-56, con Planinic che rientra in campo dopo l’operazione alla mano fratturata e sbeffeggia Roma con un tentativo irriverente di passaggio.

Migliori realizzatori del Tau Erdogan,24, e Splitter 18; per i capitolini Righetti,13 e Bodiroga,11. Ottime le cifre degli spagnoli che tirano da due con il 60% e da tre con la notevole percentuale del 52.6%. Roma risponde con il 40.6% da due e il 28.5% da tre. Ma non sono solo queste le cifre che inchiodano i romani: la Lottomatica tira il 60% dalla lunetta, mentre il Tau tira il 78.6%, ma la differenza è che Roma ha tirato 10 tiri liberi mentre il Tau ben 42! Ancora. A fronte dei 15 assist degli iberici la Virtus ne ha solo 6, e inoltre perde 17 palloni contro i 6 della squadra basca. Insomma una serata tragica che ha come ulteriori conseguenze alla figuraccia rimediata le possibili dimissioni di coach Repesa, di Ario Costa e Roberto Brunamonti.

Per ora nessuna certezza, sul suo sito la Virtus comunica che al momento non è stata presa nessuna decisione, e che tutto verrà discusso in una riunione che si terrà venerdi 2 marzo. Intanto oggi Repesa non è stato presente agli allenamenti della squadra al Palazzetto dello sport di Viale Tiziano. Insomma a Roma tira aria di bufera.

Marco De Leo

[02-03-2007]

 
Lascia il tuo commento