Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Water Sky Complex, il parco del Tevere

arriva nella capitale il primo impianto per gli sport acquatici

E’ iniziato il conto alla rovescia per il “Parco del Tevere”, il  primo Water Ski Complex della capitale. L’impianto, che verrà inaugurato il prossimo 22 giugno, rappresenta un piccolo scorcio di paradiso nei pressi di Prima Porta, sulla via Tiberina al km 8,300, un vero centro di eccellenza attrezzato per sport acquatici.  

A darne l’annuncio nel corso di una conferenza stampa in Campidoglio il Presidente della neonata struttura, Stefania Caforio, l’assessore all’Ambiente, Fabio De Lillo, il Delegato alle politiche dello sport del Comune di Roma, Alessandro Cochi, il presidente del Centro Studi di Diritto, Economia ed Etica dello Sport, Gianfranco Tobia, e l’assessore allo sport del XX Municipio Marco Perina, e il campione di surf e wakeboard,  Alessandro Marcianò. Dedicato a tutti gli appassionati di sci nautico e wakeboard, aperto dal lunedì alla domenica, dall’alba al tramonto, il “Parco del Tevere” si candida a divenire un vero polo di attrazione per sportivi o semplici appassionati.

Il Water Ski Complex mette a disposizione tutta l’attrezzatura necessaria per avvicinarsi a questi sport, la professionalità di istruttori esperti e piloti federali. Saranno loro che si prenderanno cura dei dilettanti così come dei più esperti, combinando gioco, divertimento, impegno sportivo, benessere. Quello che sta per essere inaugurato – spiega Stefania Caforio - punta a diventare un vero e proprio centro di eccellenza e un polo di attrazione per campioni, neofiti e coloro che, magari anche solo per curiosità, desiderano avvicinarsi allo sci nautico.

Il Water Ski Complex è la risposta a quanti chiedevano di intervenire su un’area che richiedeva un progetto di riqualificazione. Allo stesso tempo intende diffondere questa disciplina tra i giovani e i meno giovani e offrire agli atleti un luogo dove allenarsi”. L’impianto è costituito da due piani d’acqua di circa mille metri ciascuno, due ex cave di inerti, ormai dismesse. Un lago è destinato soprattutto all’allenamento di atleti e dilettanti nelle discipline classiche dello sci nautico, quindi slalom, figure e salto. Su questo specchio d’acqua si terranno corsi per principianti, clinic per sciatori esperti e programmi di allenamento per giovani agonisti. Sull’altro piano d’acqua, invece, si svolgeranno tutte le attività didattiche per principianti e atleti impegnati nelle attività del wakeboard e del wakeskate, con strutture di allenamento.  

[17-06-2010]

 
Lascia il tuo commento