Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Francesco Giro sull'Ente Teatrale italiano

''Sono convinto che l'Eti sia da abolire''

L’Eti, l’Ente Teatrale italiano, deve essere abolito visto che ha fallito la sua missione. Ne è convinto il sottosegretario ai Beni culturali Francesco Giro che, in occasione della conferenza di presentazione del festival di villa adriana, ha voluto spiegare le sue ragioni.

"Sono convinto che l'Eti sia da abolire perchè ha fallito la sua missione. E' assolutamente fallimentare. Se vogliamo difendere poltrone, poltroncine e stipendi allora questo è un altro discorso. Bisogna cominciare a dire la verità -ha aggiunto Giro- e la verità è molto semplice: o le cose si fanno bene e la missione viene svolta in modo corretto" altrimenti "il governo ha tutta la responsabilità di assumere decisioni chiare e condivise". E per quanto riguarda i teatri gestiti dall'Et, ha spiegato il sottosegreatrio, "il Quirino lo abbiamo già dismesso» mentre "il Duse di Bologna e la Pergola di Firenze erano in fase di dismissione da due anni".

L’intervento di Giro arriva proprio all’indomani delle dure manifestazioni di protesta organizzate dai lavoratori dell’ente, con la partecipazione di diversi personaggi provenienti dal mondo dello spettacolo, per opporsi all’abolizione dell’ente. Da più parti si è sottolineata l’importanza di valorizzare il ruolo civile e sociale della cultura teatrale italiana.

La soppressione dell’Eti è stata stabilita da un decreto del 31 maggio scorso contenuto nella manovra finanziaria. A favore di questa decisione si era espressa nei giorni scorsi anche l’on Gabriella Carlucci che aveva parlato di gestione dissennata.

il sito dell'ETI

 
 

[15-06-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE