Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Yoshitsune e i mille ciliegi

La sontuosa spettacolaritą del Teatro Kabuki il 21 giugno all'Argentina

La sontuosa spettacolarità del Teatro Kabuki a Roma dopo 14 anni. Debutta all'Argentina, il 21 giugno, il Grand Kabuki di Tokyo con “Yoshitsune e i mille ciliegi”, l'opera più famosa del repertorio tradizionale giapponese portata nella capitale grazie alla collaborazione tra il Comune di Roma e l'ambasciata del Giappone in Italia. "Una forma di arte che ha più di 400 anni. Il connubio tra

canto, danza e rappresentazione ne fa il 'musical' giapponese", ha ricordato l'ambasciatore Hiroyasu Ando, sottolineando la difficoltà di portare all'estero il Kabuki per la complessità della macchina organizzativa che costerà  due milioni di euro finanziati da sponsor privati.

Un cast di 40 attori, tutti uomini che, come detta la tradizione, interpretano anche ruoli femminili, e un protagonista, Ebizo Ichikawa XI, figlio d'arte ed erede di una dinastia di interpreti del Kabuki, forma teatrale unica al mondo

che si tramanda di padre in figlio o da maestro ad allievo. Una novità assoluta per il teatro Argentina "orgoglioso" di ospitare il Kabuki "al massimo livello", ha sottolineato invece Oberdan Forlenza, Presidente del Teatro di Roma. Lo spettacolo sarà replicato anche il 22 giugno, e per due sere il pubblico romano sarà trasportato in un universo misterioso e fantastico al suono dello Shamisen, strumento tradizionale giapponese.

[13-06-2010]

 
Lascia il tuo commento