Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
libri & letteratura
 
» Prima Pagina » libri & letteratura
 
 

L'Italiano, omaggio ad Alberto Sordi

di Giancarlo Governi

L'Italiano, di Giancarlo Governi In occasione dei 90 anni di Alberto Sche avrebbe compiuto il prossimo 15 giugno, esce in libreria “Alberto Sordi, l’Italiano” di Giancarlo Governi, edito dalla Armando Curcio Editore.

In sessant’anni passati davanti e dietro alla macchina da presa è stato marito, vedovo, scapolo e seduttore. È stato vigile e commissario, ladro e mafioso. È stato conte, marchese e sceicco, medico e malato immaginario, spacciandosi per americano a Roma e rimanendo decisamente romano in America. Alberto Sordi, come nessun altro, ha dato corpo, faccia e voce al nostro Paese in ogni momento della sua carriera. “Ho spesso ripensato alle serate passate con lui – racconta Governi -, con gli amici importanti ma anche con la gente semplice che lo amava e che lui riamava. Perché Alberto amava le persone, con cui comunicava quasi con avidità. Alberto era sempre Alberto, anche nella vita privata. Sempre allegro, con un cervello in frenetico movimento per cogliere un momento ridicolo, per prendere al volo una battuta fulminante. Mi è capitato di vederlo insieme ad amici comici: la scena era sempre la sua, con gli altri a fare da spettatori divertiti”.

Dagli esordi in teatro al trionfo nel cinema, passando per i grandi successi alla radio, Governi racconta l’Italiano per eccellenza seguendo il filo delle tante conversazioni che animarono, alla fine degli anni Settanta, la preparazione di un fortunato programma televisivo (“Storia di un italiano”, appunto), e delinea un ritratto fedele ora spassoso, ora malinconico del più amato dei nostri miti contemporanei. “Quando l’ho visto per l’ultima volta in Campidoglio – conclude l’autore - composto nella bara, ho pensato a tutta la sua vita, che si è svolta su un grande palcoscenico: il palcoscenico della sua Roma, che si è allargato a tutta l’Italia”.

 

[10-06-2010]

 
Lascia il tuo commento