Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Anniversario riapertura Sinagoga di Roma

Pacifici ''bisogna ampliare i giorni della memoria''

Sessantasei anni fa, il 4 giugno del 1944, gli alleati liberano la Capitale dall'occupazione nazista e la Sinagoga di Roma fu riaperta dalle truppe alleate. Oggi, al Tempio Maggiore è stato ricordato il momento in cui furono tolti i sigilli apposti dalle truppe naziste per impedire alla comunità ebraica romana di pregare.

"Oggi si festeggia questo giorno di libertà per la città di Roma -ha detto il presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici- si festeggia il momento in cui sono stati tolti i sigilli apposti dalle truppe naziste per impedire agli ebrei di continuare a pregare".

La cerimonia è iniziata con l’alzabandiera dei vessilli d’Italia, Israele, Regno Unito, Canada e Stati Uniti e sono stati poi eseguiti gli inni nazionali. Lo stesso Alemmano ha voluto ricordare quel giorno, simbolo della fine dell’incubo dell’occupazione nazi-fascista.

"Bisogna ampliare i percorsi della memoria includendo le visite nei cimiteri di guerra - è stato il monito di Pacifici - come per esempio quelli di Anzio e Nettuno o della Normandia".

"Vogliamo diffondere la cultura della memoria alle più giovani generazioni per dare continuità ai suoi valori", ha detto Alemanno. "L'apertura del tempio è significativa perché in quel momento fu chiara la fine dell'incubo dell'occupazione nazista e fascista".
 

[04-06-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia