Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arrestato Danilo Coppola

le accuse: bancarotta e riciclaggio

È finito in manette l’immobiliarista romano Danilo Coppola. All’alba è stato arrestato nella sua abitazione a Grottaferrata dai militari del nucleo valutario della Guardia dui Finanza con l’accusadi bancarotta, riciclaggio e appropriazione indebita.

La storia di Coppola inizia a via Bolognetta, 39 anni fa, nella borgata Finocchio e arriva fino ai piani alti della finanza. Azionista, tra l’altro di Mediobanca, proprio nei giorni scorsi aveva ridotto la sua quota societaria nell’istituto bancario.

Con lui sono state arrestate altre sette persone: due sono commercialisti e due avrebbero legami con la mafia. In manette: Andrea Raccis, Giancarlo Tumino, Gaetano Bolognese e Francesco Bellocchi (quest’ultimo ex cognato di Stefano Ricucci, altro immobiliarista finito in manette). Ordinanze di custodia cautelare in carcere anche nei confronti del cognato di Coppola Luca Necci, di Daniela Candeloro e Alfonso Ciccaglione. Nel corso del blitz sono stati sequestrati 70 milioni di euro in titoli e quote societarie riconducibili alle società della galassia dell'immobiliarista.

Innumerevoli le società che fanno capo a lui. Ci sono tre fidiciarie che hanno sede in Lussemburgo, mentre a Roma la capogruppo si chima Capoc, ha sede in uno studio di via dela Mercede, ed è aministrata dalla cognata Lucia Necci.

Suoi alcuni celebri alberghi come il Cicerone nell’omonima via e il daniel’s in via Frattina. Al momento dell’arresto Coppola era in compagnia della moglie Silvia Necci e della figlia piccola. Ora si trova nella casa circondariale di regina Coeli.

 
TAG: coppola
 

[01-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE