Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Parata militare, quanto ci costa?

tutto pronto per la tradizionale festa

Tutto pronto per la tradizionale parata del 2 giugno quando le forze armate, per celebrare la Festa della Repubblica, sfileranno in via dei Fori imperiali di fronte ad autorità e cittadini.

La cerimonia comincerà alle 9, quando il Capo dello Stato depositerà una corona di alloro all' Altare della Patria. Il concentramento delle truppe comporterà, dalle 4 alle 13, la chiusura di diverse strade da Viale Cristoforo Colombo (altezza Circonvallazione Ostiense) fino a Via del Circo Massimo. Dalle 13 alle 21, sarà chiusa al traffico Piaza Venezia, Via del Teatro Marcello e Via dei Fori Imperiali. Nelle prime ore del mattino, verranno deviate 16 linee di bus e la fermata "Colosseo" della linea B resterà chiusa fino a che non verrà data l'autorizzazione della riapertura degli ingressi della stazione. Ma oltre a qualche disagio del trasporto pubblico quanto ci costa la parata militare che ogni anno porta a Roma centinaia di militari e mezzi pesanti dell’esercito?

COSTI - In tempi di crisi e di pesanti tagli è lecito chiederlo, secondo Giulio Marcon e Massimo Paolicelli, promotori della campagna “Sbilanciamoci” la sfilata militare del 2 giugno comporta una spesa di “circa 10 milioni di euro”.

Ma le cifre non sono ufficiali e potrebbero essere al ribasso, nel bilancio del ministero della Difesa disponibile online non esiste infatti un capitolo “parata”, è bene però ricordare che i costi del 2009 furono ridotti di un milione di euro tagliando 10 minuti di parata. Solo per le impalcature invece si spendono 700 mila euro a cui bisogna aggiungere altri costi accessori, come ad esempio gli straordinari dei vigili urbani pagati dal Comune di Roma. Da almeno due notti, un centinaio di vigili urbani fa infatti straordinari oltre le 21 e fino alle ore piccole per consentire le “prove” dello schieramento di 264 Bandiere e Medaglieri, 5.890 militari, 500 civili, 209 quadrupedi, 284 mezzi. Tutti divisi in 7 settori dalla Cristoforo Colombo a Caracalla e il Celio. 

PROVOCAZIONE - I promotori della campagna contro le "storture del bilancio pubblico" hanno calcolato che con i fondi destinati alla parata militare del 2 giugno si potrebbero "coprire le indennità di disoccupazione per 32.200 precari che hanno perso il lavoro". E chiedono di sospendere la sfilata dei mezzi e delle truppe della Difesa a Roma. "Troviamo fuori luogo - spiegano Marcon e Paolicelli - che mentre si sta per varare una manovra economica che chiede pesanti sacrifici al Paese si gettino in una anacronistica parata militare diversi milioni di euro". 

 
 

[01-06-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE