Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Scabbia al S.Eugenio

infermieri di reparto contagiati

Sette casi di scabbia all’ospedale S.Eugenio. A letto per una delle parassitosi più antiche, 7 infermieri del reparto di medicina contagiati ieri mattina da una paziente portatrice dell’acaro. Subito è scattato il piano di emergenza: test di controllo per tutti e chiusura del reparto di medicina con conseguente trasferimento di letto in altre divisioni.

Qualcuno ha già parlato di epidemia, altri di emergenza dovuta a carenza di personale. Di fatto di 12 infermieri che operano in quel reparto, più della metà è stato contagiato e non si esclude che anche altri pazienti possano aver contratto la scabbia il cui acaro è di facile diffusione.

Il contagio avviene infatti semplicemente col contatto, il parassita può annidarsi su oggetti vestiti e lenzuola e il rischio maggiore della malattia sta proprio nel fatto che può contagiare numerose persone contemporaneamente.
Dalla direzione sanitaria del s. Eugenio le bocche sono cucite. Nessuno vuol rilasciare dichiarazioni ma tutti tengono a minimizzare l’episodio come fosse una banale influenza. Di fatto di scabbia non si muore: quella che un tempo era considerata una malattia legata a scarsa igiene e povertà oggi è una parassitosi prettamente umana che torna ad attaccare a distanza di decenni…il dubbio però rimane…soprattutto sul fronte del rispetto delle norme igieniche.

[01-03-2007]

 
Lascia il tuo commento