Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rinviato a settembre processo Rignano Flaminio

presunti abusi su 21 bambini della materna Olga Rovere

La stabilità del collegio giudicante non è assicurata per la durata dell’intero processo perché uno dei due giudici a latere è in procinto di trasferirsi a roma. Per questa ragione il collegio giudicante del tribunale di tivoli, presieduto da mario frigenti, ha rinviato il processo per i presunti abusi a 21 bambini della scuola materna Olga Rovere di Rignano Flaminio al prossimo 22 settembre, data in cui dovrebbe essere nominato il collegio definitivo. La breve udienza di oggi si è svolta a porte chiuse per decisione del giudice. Il presidente del tribunale di Tivoli ha voluto spiegare in quale situazione versi l’organico delle struttura.

I cinque imputati, le ex maestre della rovere marisa pucci, silvana magalotti e patrizia del megio, l’autore tv Gianfranco scancarello (marito della del meglio), la bidella Cristina Lucerti, questa mattina non erano presenti in aula. Per loro le accuse vanno dalla violenza sessuale di gruppo, ai maltrattamenti, atti osceni e corruzione di incapace. Uno dei loro legali ha parlato di processo assurdo destinato a costare tantissimo allo stato e a persone assolutamente innocenti. Parziale soddisfazione è stata espressa dagli avvocati delle parti civili perché, quanto meno, il rinvio è stato fissato alla prima udienza utile dopo la pausa estiva e per la decisione del collegio di citare come responsabili civili il ministero dell’istruzione e il comune di Rignano. Per i genitori ha parlato la portavoce arianna di biagio, che ha auspicato un processo completo ma veloce.

[27-05-2010]

 
Lascia il tuo commento