Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Deficit sanità regionale: firmato il piano di rientro

la firma per ridurre il debito di 10 miliardi

È ufficiale: da oggi la Regione Lazio ha il suo piano di rientro. Con tre firme, il ministro dell’economia Padoa Schioppa, quello della salute Livia Turco e il presidente della Regione Marrazzo hanno definitivamente dato il via alla nuova politica sanitaria del Lazio.

Due fondamentalmente gli obiettivi di un accordo stilato in circa 200 pagine: ridurre il debito e ritrovare un equilibrio economico che da qui al 2009 sia in grado di ridare ossigeno alle casse della Regione. In che modo: in primis tagliando i 3671  posti letto in eccesso negli ospedali per rispettare la normativa nazionale che ne prevede 3,5 ogni mille abitanti.  In questo modo il risparmio previsto per il 2009 è di 105 milioni di euro.

Il debito sarà invece eliminato grazie ai 4.700 milioni dieuro di contributi statali straordinari e crediti residui che entreranno quest’anno e con il pagamento dal 2008, per 30 anni, di una rata annua da 310 milioni di euro alla cassa depositi e prestiti.

Le maggiori entrate nel triennio stimate in 1.140 milioni di euro arriveranno dalla manovra sugli erogatori. Importanti anche i risparmi sul personale, con il blocco delle assunzioni per tutto il 2007 che farà risparmiare circa 81 milioni di euro.  
A portare i conti della sanità laziale sarà la cabina di regia istituita alla pisana. Entro il 15 aprile ci sarà la prima verifica sull’esito dell’applicazione del piano.
 

 
 

[28-02-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE