Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Fantafestival: il pipistrello è tornato!

Il Fantafestival festeggia quest’anno il suo trentesimo compleanno

Di Giuseppe Duca
 
Il Fantafestival festeggia quest’anno il suo trentesimo compleanno e si prepara per celebrare un’edizione più ricca che mai. Dal 25 Maggio al 6 Giugno si rinnova l’appuntamento con il cinema fantastico presso le sale del Cinema Embassy, del Nuovo Cinema Aquila e del Cinema Trevi Diretta da Adriano Pintaldi e Alberto Ravaglioli, la manifestazione si aprirà ufficialmente il martedì 25 Maggio al Cinema Embassy per la serata inaugurale. All’evento parteciperanno Asia Argento, Lamberto Bava, Roger Corman, Domiziano Cristopharo, Daria Nicolodi e Marco Werba. Al termine della cerimonia di apertura verrà proiettato in anteprima il film “The Hole”, diretto da Joe Dante.

Il Fantafestival vero e proprio inizierà  invece giovedì 27 Maggio al Nuovo Cinema Aquila, con l’incontro di Roger Corman con il pubblico in sala principale alle ore 20:00.  La Sala A del nuovo Cinema Aquila sarà riservata alle principali anteprime e alle maratone notturne del Fantafestival. Le maratone previste sono tre: una dedicata al maestro degli effetti speciali Ray Harryhausen (venerdì 28 Maggio) che si chiuderà con la proiezione del recente remake del suo ultimo film (“Scontro tra Titani”), una dedicata alla famiglia Argento (sabato 29 Maggio), introdotta dallo stesso Dario Argento che presenterà in anteprima il suo ultimo film “Giallo”, e una (martedì 1 Giugno) dedicata alla partnership tra il Fantafestival ed Ecoradio, la radio che si occupa dell’ambiente, che esplora vari modi in cui il cinema fantastico ha parlato del tema dell’ecologia.

La Sala B del Nuovo Cinema Aquila sarà  dedicata principalmente alla rassegna completa dei film di Ray Harryhausen, tutti accompagnati da speciali, dietro le quinte e interviste allo stesso Harryhausen. La Sala C ospiterà, oltre a un omaggio a Roger Corman, uno spazio dedicato al fantastico nella televisione. Sono previste alcune delle più interessanti produzioni degli ultimi anni, come le miniserie “The Lost Room” o “The Prisoner” (rifacimento della serie cult Il prigioniero), serie televisive classiche, come i “Visitors” originali di cui è stato recentemente trasmesso il remake, e piccoli tesori dimenticati da riscoprire, come l’oscura produzione RAI “Il fascino dell’insolito” o le serie TV prodotte dalla celebre casa inglese “Hammer Films”.

A partire dal mercoledì 3 Giugno il Fantafestival si sposterà al Cinema Trevi per la rassegna “Brividi italiani”, organizzata in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia. Un viaggio nel cinema horror italiano meno conosciuto e un omaggio per celebrare il cinquantenario del capostipite del gotico italiano: “La maschera del demonio”, diretto dal maestro Mario Bava. Il Fantafestival si chiuderà domenica 6 Giugno.

L’ospite d’onore del Festival del Cinema Fantastico sarà dunque il regista-produttore Roger Corman, premio Oscar alla carriera. Corman è senza dubbio diventato un simbolo di Hollywood, egli rappresenta un modo di fare cinema indipendente senza avere necessariamente a disposizione budget astronomici, e a volte guadagnandoci anche bene. Probabilmente non tutte le sue opere possono considerasi riuscite, ma senz’altro sono in pochi a poter vantare i numeri di Corman: quasi quattrocento i film da lui prodotti di cui almeno una cinquantina anche in veste di regista. Da sempre attratto dal cinema fantastico, sia horror che fantascientifico, Corman ha prodotto e diretto una notevole varietà di film di genere.

Roger Corman era già stato ospite della quarta edizione del Fantafestival nel 1984. Ora, dopo 26 anni, torna nuovamente a Roma per celebrare il trentesimo compleanno della manifestazione ricevendo il prestigioso riconoscimento speciale alla carriera.

In occasione del suo novantesimo compleanno, che si festeggerà il 29 Giugno, il Fantafestival dedicherà una retrospettiva al maestro indiscusso dell’animazione a passo uno. Molto più di un semplice tecnico degli effetti speciali, Ray Harryhausen ha saputo infondere alle sue creature (e non ‘mostri’, come egli stesso tiene a precisare) un autentico tocco vitale. In oltre trent’anni di carriera Harryhausen ha lavorato a 16 film, spaziando dalla fantascienza al fantasy. L’ultimo suo lavoro, “Scontro di Titani” (1981), ha anche dato origine a un remake (questa volta realizzato con la computer grafica) uscito nelle sale quest’anno. Per omaggiare questo indimenticato artigiano del cinema, il Fantafestival con un’operazione senza precedenti propone la filmografia completa di Harryhausen, con diversi titoli rari, soprattutto in lingua italiana. A questa si aggiunge un’ampia selezione di cortometraggi e filmati sperimentali che Harryhausen ha prodotto all’inizio della sua carriera. Per comprendere appieno le mille difficoltà che si nascondono dietro alla realizzazione di una sequenza animata a passo uno, ciascun film sarà accompagnato da un breve documentario, che, con l’ausilio di interviste, immagini di backstage e disegni di produzione, ne illustra tutti i retroscena.

Tra le anteprime, “The Road”, una storia post-apocalittica tratta dall’omonimo romanzo di Corman McCarthy vincitore del premio Pulitzer 2007, con Viggo Mortensen, Charlize Theron e Robert Duvall; “La regina dei castelli di carta”, terzo e ultimo capitolo della trilogia Millenium, con Noomi Rapace che veste nuovamente i panni dell’hacker Lisbeth Salander; “Saw VI”, nuovo appuntamento con la sanguinolenta saga i cui fan continuano a crescere, ancora più estremo dei capitoli precedenti; “L’acchiappadenti”, una favola fantastica di un giocatore di hockey al quale viene affidato l’incarico di vera fatina dei denti, con tanto di ali e soprattutto “Survival of the Dead”, sesto capitolo della saga degli zombie diretto ancora una volta dal papà dei morti viventi George A. Romero

Scandalosa, provocatoria, enigmatica, dotata di una fortissima personalità, Asia Argento è forse la più dark delle attrici italiane, quella che spesso ha sconvolto i benpensanti con le sue dichiarazioni, le sue scelte personali o artistiche. Nessuna meglio di lei poteva quindi rivestire il ruolo di “madrina” del Fantafestival, in questa speciale edizione che festeggia i 30 anni di attività.

Il pipistrello è tornato!  
 

[24-05-2010]

 
Lascia il tuo commento