Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Disegno di legge sulle intercettazioni

protesta in scena al Teatro dell'Angelo

Si moltiplicano le iniziative contro il disegno di legge sulle intercettazioni telefoniche. Oggi al Teatro dell’Angelo nel quartiere Prati si sono ritrovato uomini e donne appartenenti al mondo dell’informazione, della società civile e della cultura per discutere di diritto di cronaca e privacy.

L’appuntamento, organizzato dal popolo viola al grido di no alla legge-Bavaglio, ha visto la partecipazione di grandi nomi tra i quali il direttore di Repubblica Ezio Mauro, il giornalista Paolo Flores d’arcais, l’editore Giuseppe la Terza e l’ex garante della privacy Stefano Rodotà. Tutti uniti per porre all’attenzione dell’opinione pubblica i pericoli di un disegno di legge che, se non venisse modificato, andrebbe a imbavagliare stampa e magistratura.

"Il ddl sulle intercettazioni è irrazionale e irragionevole. Il problema non sono le multe di cui si sta discutendo - ha detto Mauro - ci lascino la libertà di informare i cittadini altrimenti ce la conquisteremo". Ezio Mauro ha anche ricordato che Repubblica ha proposto l'assunzione di responsabilità del magistrato sulle parti che decide siano pubblicabili perchè rilevanti e che vengano distrutte o secretate, quelle che riguardino persone non indagate o indagate ma che dicano cose non rilevanti per l'indagine. "Poi se qualcuno pubblicasse quelle parti - ha sottolineato - sarebbe giusto venisse punito severamente". Per Mauro "nel nostro paese c'è libertà di stampa ma il problema è la qualità che sta peggiorando sempre di più".

Le diverse manifestazioni che si stanno organizzando in questi giorni, dalla protesta dei post-it ai vari appelli di costituzionalisti e giornalisti, stanno producendo l’effetto sperato nell’opinione pubblica.

Cosa prevede il Ddl sulle intercettazioni

APPELLO CONTRO IL DDL INTERCETTAZIONI- per la libertà d'informazione -

 
 

[24-05-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE