Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politikamente
 
» Prima Pagina » Politikamente
 
 

Santoro - Rai. Divorzio tra mille polemiche

Michele Santoro Michele Santoro non sarà più un dipendente della Rai, il giornalista dopo ventotto anni lascerà l’azienda dopo il dieci giugno, nel giorno dell’ultima puntata di Annozero su Raidue. Ancora non si conoscono bene i dettagli dell’accordo, l’unica certezza è che la buona uscita sarà molto alta. Santoro furioso durante la puntata di giovedì sera non ha voluto perdere l’occasione di togliersi più di un sassolino dalle scarpe (video).

Nell’attesa della firma e della conferenza stampa dove il giornalista potrà chiarire i dettagli del suo divorzio, un quesito è di rigore ovvero con la cacciata di Santoro chi ci perde? Annozero ha dimostrato di essere un programma di approfondimento "tout court" e il 20% di share dimostra il forte interesse degli italiani verso un format seguito.

La Rai rischia di perderci tanto ma purtroppo già da tempo il nostro servizio pubblico ha toccato l’apice della tristezza, non considerando minimamente i dati d’ascolto. In futuro il giornalista siciliano rivestirà il ruolo di collaboratore per sperimentare nuovi programmi e lo stesso Santoro sembra orientato molto su docufiction. Ci auguriamo che ciò accada perché Santoro ideatore di nuovi programmi sarebbe un’ottima garanzia per evitare gli spettri di un passato non molto lontano durante il quale venne chiuso su Raiuno “Il Fatto” del compianto Enzo Biagi e la finestra di approfondimento post- Tg1 fu sostituita da un varietà di nome Max e Tux, un programma che, con tutto il rispetto per i bravissimi e simpaticissimi Massimo Lopez e Tullio Solenghi, non aveva niente a che vedere con lo spazio condotto da Enzo Biagi. 

Marco Chinicò

[23-05-2010]

 
Lascia il tuo commento