Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Universitari al voto

si vota in 13 università romane

È stata una vigilia di preoccupazione quella che ha preceduto le elezioni studentesche nelle Università romane. Il clima di tensione delle scorse settimane, quando delle frange di estrema sinistra e di estrema destra si erano scontrati a più riprese, ha consigliato il prefetto Pecoraro la convocazione di una riunione straordinaria in vista del voto.

Lunedì scorso Pecoraro ha chiesto più vigilanza per il timore di “turbative durante le elezioni”. A Roma Tre e Tor Vergata, dove si rinnovano anche le rappresentanze studentesche degli organi interni, i rettori hanno deciso misure di prevenzione di eventuali “contatti” tra opposti militanti. Più tranquillo Luigi Frati, Rettore della Sapienza, che ha detto di aspettarsi una prova di democrazia da parte degli studenti.  

Oltre ai tre grandi atenei romani, si vota in altri dieci università della Capitale, tra cui Luiss, Lumsa e Campus Biomedico. Circa 220mila gli universitari aventi diritto al voto, che dovranno districarsi tra una selva di schede di vari colori. Cinque le liste e quarantatre i candidati al Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, organo consultivo del Ministero dell’Istruzione, dove saranno eletti in totale trenta rappresentanti. Di questi, sette usciranno distretto della Capitale. I seggi rimarranno aperti fino alle 19, e domattina fino alle 14. Nel pomeriggio poi l’inizio dello spoglio, che si spera possa mettere fine alla lunga fase di incidenti, manifestazioni e contromanifestazioni.   

[12-05-2010]

 
Lascia il tuo commento