Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

L'oro di Napoli

Gianfelice Imparato e Luisa Ranieri protagonisti all’Argentina

Ha debuttato con successo l’altra sera al Teatro Argentina “L’oro di Napoli”, lo spettacolo ispirato all’omonimo film diretto da Vittorio De Sica e ai racconti di Giuseppe Marotta, questa volta portato in scena nell’adattamento di Gianfelice Imparato e Armando Pugliese, che ne ha curato anche la regia.

Sul palcoscenico Gianfelice Imparato e Luisa Ranieri tessono le vicende umane e affannate peripezie di una Napoli traslata in un palazzo-microcosmo, popolato da personaggi che interloquiscono tra loro nell’androne, tra le scale, nella strada, sui pianerottoli, dando vita alla coralità dolente e magica di una città anche furbesca ed ingannatrice. Un unico caseggiato dove convivono ancora tutti gli strati sociali della città, abitato da personaggi le cui vite si rivoltano su se stesse, drammatiche o grottesche. E che noi sbirciamo come se fossimo davanti ai pastori di un presepe che affaccia sul mare, ma pieno di grotte ed anfratti, dove il sole difficilmete entra. Da quei balconi e da quelle finestre emana un respiro comune, ferocemente teso alla sopravvivenza, cinico e dolente, ma anche garbatamente ironico.
“Lo spettacolo non è la riproposta della celebre pellicola di De Sica – spiega Armando Pugliese - ma una ricomposizione totalmente nuova dei suoi racconti, di cui alcuni sfruttati anche dal film ma altri completamente inediti da un punto di vista spettacolare e tratti direttamente dagli scritti di  Giuseppe Marotta. L’incedere sostenuto e volutamente disarticolato delle vicende che ritarda all’inizio l’identificazione dei personaggi, si distende e si ricompone nella percezione di un unico lungo episodio nel quale si intreccia incurante la cabala che, avendo preso il posto della speranza, ci conduce al vuoto e al silenzio”.

A completare il cast artistico, troviamo Gianni Cannavacciuolo, Antonella Cioli, Giuseppe De Rosa, Loredana Giordano, Renato Giordano, Antonio Milo, Lello Radice, Giovanni Rienzo, Luigi e Davide Santoro e  Valerio Santoro.

Le scene sono di Andrea Taddei, mentre i costumi di Silvia Polidori.

[11-05-2010]

 
Lascia il tuo commento