Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

La strada all'altezza degli occhi

Un testo di Donatella Diamanti alla Cometa Off

“La strada all’altezza degli occhi”, testo commovente e coraggioso, a tratti comico e leggero, scritto da Donatella Diamanti, diretto da Anna Cianca e interpretato da Tiziana Sensi e Galliano Mariani, debutta in prima nazionale al teatro Cometa Off martedì 11 maggio.

E’ la storia di un amore improbabile. Di una passione mai consumata. Di un sogno?  Forse. Sicuramente è la storia di due anime che, tenere e crudeli, dolenti e appassionate ,  riescono a toccarsi,  per la prima volta nella loro vita e nonostante tutto. Il seminterrato dove vive Pina è squallido e sporco, c’è solo una strana apertura da dove si intravede la strada e la vita che scorre distratta e frettolosa. Pina fa la prostituta. Pina è sola perchè ha un bambino che non può vivere con lei. Pina non è felice…e sta scrivendo una lettera, la sua ultima lettera, che non finirà mai di scrivere perché qualcuno piomberà bruscamente nella sua stanza e nella sua vita, qualcuno capace finalmente di ascoltarla, di vederla, di sentirla: Principessa. Principessa è gay , anche lui, forse, batte il marciapiede, veste in modo sfacciatamente colorato ed è stato appena massacrato di botte…

“Pina è una perdente – spiega la regista Anna Cianca - è l’ultima della classe e non ha scampo, se la incrociamo lungo il marciapiede, cambiamo strada perchè il suo sguardo ci mette a disagio. Pina ci ricorda che, troppo spesso, gli ultimi saranno solo e sempre gli ultimi…”.

Pina vuole farla finita e il suicidio diventa l’unica via di scampo, l’unico modo per tornare libera. Principessa, invece, è tutto quello che Pina non è: sfacciato, eccessivo, troppo colorato e nonostante le botte, gli abbandoni, le disillusioni, ha ancora  tanta, tanta voglia di vivere. Principessa, come Pina, conosce l’emarginazione e la solitudine e il dolore di Pina è lo stesso di Principessa. “Così – conclude la regista - tra una tenerezza e un insulto,  tra una risata e un cazzotto, tra una canzone cantata a squarciagola e un ricordo che fa ancora troppo male, mi sembra di vederla, Pina.. in piedi, vicino alla finestra, stretta nel suo impermeabile sgualcito che ci chiede, anche solo per una notte, anche solo per un’ora, di provare a guardare attraverso quella finestra che sta esattamente all’altezza dei nostri occhi”.

“La strada all’altezza degli occhi” resterà in scena alla Cometa Off (Via Luca della Robbia, 47 -  Tel. 06 57284637) fino al 23 maggio.

 

[11-05-2010]

 
Lascia il tuo commento