Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tabaccai in piazza per la sicurezza

''subiamo troppe rapine''

In migliaia hanno protestato in piazza Bocca della Verità per chiedere maggior sicurezza. Sono i tabaccai romani e di tutta italia che –dicono- sono nel mirino della criminalità. Roma è infatti tra le città italiane, con circa 2000 tabaccherie sparse sul territorio, dove il fenomeno delle rapine ai danni di questi esercizi commerciali è più diffuso.

"Subiamo troppe rapine -spiegano i tabaccai- in media due, tre al giorno in tutta Italia, ci vorrebbero più incentivi per chi mette in sicurezza l'esercizio commerciale. Non ce la facciamo più, nel nostro settore girano molti contanti e per questo che siamo così tanto oggetto di rapine. Chiediamo al Ministro dell'Interno Maroni più garanzie. Nel nostro lavorano girano molti contanti, però, non sono soldi nostri: vedi ad esempio Lottomatica, le ricariche telefoniche, gratta e vinci etc. Ci vorrebbero delle politiche che incentivano gli acquisti con bancomat e carta, in modo da non avere tutto questo contante che gira".

La Federazione Italiana Tabaccai chiede il rifinanziamento della legge che prevede un contributo per gli imprenditori che mettono in sicurezza la propria tabaccheria.

"Abbiamo deciso di protestare - spiega uno dei
partecipanti all'iniziativa pubblica della Federazione Italiana dei Tabaccai -  anche per chiedere un finanziamento della legge che prevede la concessione del contributo per i tabaccai contro gli attacchi della criminalità. Chiediamo anche una formazione obbligatoria e siamo a favore della proposta di innalzamento del divieto di vendita di tabacco ai minori di 18 anni". Giovanni Rizzo, presidente della Federazione Italiana Tabaccai ha precisato che il tabacco venduto di contrabbando "è in Italia
circa il 4% del totale. È un fenomeno in aumento che ci preoccupa".

Il sit in in piazza della Bocca della Verità ha creato problemi alla circolazione del centro storico. In mattinata i vigili hanno infatti dovuto chiudere al traffico via dei Cerchi per consentire il deflusso dei manifestanti, inevitabili i disagi.

[10-05-2010]

 
Lascia il tuo commento