Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Puzzole alla riscossa

di Roger Kumble. Con Brendan Fraser, Dick Van Dyke

di Flavia D'Angelo

Dan Sanders si è trasferito da Chicago con la moglie Tammy e il figlio adolescente Tyler per seguire il suo nuovo incarico. Dan è il supervisore del progetto residenziale di Rocky Springs: un comprensorio immerso nella natura e “eco-compatibile”. Ma le cose non sono esattamente quello che sembrano e Dan, diviso tra il desiderio di accontentare l’esigentissimo capo e la volontà di fare la cosa più giusta, si troverà a ingaggiare una lotta senza scampo con gli animali del bosco.

Il film vede il ritorno sullo schermo di Brendan Fraser, già interprete della fortunata serie de LA MUMMIA, e alla regia Roger Kumble, autore di alcune recenti commedie americane di un certo successo. L’accoppiata funziona perfettamente nel realizzare una pellicola solo, ed esclusivamente, per bambini sotto i dodici anni. La mimica gommosa di Fraser incarna bene il tipo di comicità fisica richiesta da quel target d’età e le gag sono adeguatamente prevedibili ed innocue. Il conflitto tra padre e figlio è ridotto ai minimi termini e anche i cattivi non sono poi così spaventosi, ma solo buffe macchiette caricaturali.

La forza del film risiede in un’idea peraltro ampiamente usata e abusata: l’impari ma buffo scontro tra gli animali del bosco e gli umani avidi e insensibili. Nonostante le puzzole promesse entrino in scena quasi a metà film, l’animazione delle creature della foresta è buona e la semplice formula applicata dagli sceneggiatori Carnes e Gilbert funziona anche questa volta. Non siamo certo dalle parti di Discovery Channel, ma la pellicola, oltre al messaggio ambientalista, ci insegna anche che la puzza di puzzola scompare solo se ci lava con salsa di pomodoro.

Il film non farà mancare allo spettatore adulto nessuna delle situazioni  e delle caratterizzazioni da lui attese: dallo spietato manager cinese che afferma di essere “Bruce Lee tornato dall’Aldilà” all’inseguimento sul tetto, con ruzzolone finale, del protagonista. Se per l’accompagnatore adulto queste situazioni più che attese sono temute, si deve però notare che i bambini si divertono e apprezzano un film che, semplicemente, è prodotto soltanto per loro.

 

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[06-05-2010]

 
Lascia il tuo commento