Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Grisł, Giuseppe e Maria

Una commedia che fa sorridere

Il Teatro Ghione conclude la stagione con uno spettacolo che tanto successo, di pubblico e critica, ha già riscosso nelle passate stagioni. Fino al 16 maggio, Nicola Pistoia, Paolo Triestino, Crescenza Guarnieri, Diego Gueci e Franca Abategiovani, sono i protagonisti di “Grisù, Giuseppe e Maria” di Gianni Clementi, per la regia dello stesso Pistoia.

L’azione si svolge all’interno di una sagrestia di Pozzuoli, nell'Italia povera e appassionata degli anni Cinquanta. Un sacerdote ed il suo strampalato sagrestano, due sorelle nei guai insieme al fascinoso farmacista del paese ci prendono per mano e ci fanno ridere, sorridere, emozionare e ci riportano ad un'Italia dove i sogni erano spesso affidati a chilometri e valige di cartone, ad una canzone, ad una miniera lontana, ad un pallone.

Gianni Clemente, autore di eleganti testi contemporanei tra i quali “La vecchia Singer” e “Cappello di carta”, ci presenta stavolta uno straordinario ed appassionante affresco dell’Italia degli anni Cinquanta. Una commedia che fa sorridere e ci riporta indietro nel tempo, in quegli anni dove le difficoltà della vita erano tante ma c’era la voglia cambiare.

Nicola Pistoia e Paolo Triestino (gli affiatatissimi interpreti di “Muratori”), Crescenza Guarnieri (la toccante interprete di “Niente più niente al mondo”) sono i protagonisti di questo straordinario affresco di Clementi che ci racconta, divertendoci, di un'Italia che non c'è più.

Le scene sono di Francesco Montanaro, i costumi di Isabella Rizza, il

disegno luci di Marco Laudando.

[04-05-2010]

 
Lascia il tuo commento