Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Brevi di A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas » Brevi di A tutto gas
 
 

Schumy ''faremo progressi ma non siamo al top''

«Faremo progressi, ma non aspettatevi di vederci al top». Michael Schumacher riaccende il motore in vista del Gp di Spagna che, tra poco più di una settimana, accoglierà il Mondiale di Formula 1 in Europa. Il 41enne pilota tedesco è reduce da un deludente avvio di stagione. Nelle prime 4 gare tra Asia e Australia, ha raccolto poco o nulla. Solo piazzamenti modesti, il podio è rimasto sempre una chimera. Ora, dopo un break di 3 settimane, Schumi vuole recitare un ruolo meno anonimo. «La stagione europea sta per cominciare, vedremo come vanno le nostre novità rispetto agli altri team. Ogni squadra verrà a Barcellona con una monoposto rinnovata e noi faremo altrettanto. Vedo un gran potenziale a nostra disposizione, soprattutto perchè abbiamo reagito molto bene nella prima fase della stagione», dice il driver dal proprio sito ufficiale. L'ex ferrarista confida nel lavoro di ingegneri e meccanici e spera di avere a disposizione una freccia d'argento più competitiva rispetto a quella guidata sinora. «Abbiamo lavorato per migliorare la macchina, apportando modifiche specifiche per quanto riguarda aerodinamica e affidabilità. Sono ottimista, siamo in grado di progredire ulteriormente», aggiunge.

I progressi, dice, saranno evidenti. Non basteranno, però, per far decollare la Mercedes Gp e portarla all'altezza di McLaren, Red Bull e Ferrari. «A Barcellona il nostro passo avanti sarà più ampio rispetto a quello che si potrebbe fare mentre si gareggia in giro per il mondo. Al di là di questo, non sarebbe realistico dire che saremo in grado di competere al top da un giorno all'altro», dice prima di ripensare all'ultima deludente prestazione. «Spero di disputare una gara migliore rispetto al Gp di Cina, ovviamente non mi dispiacerebbe avere risultati più incoraggianti. La buona notizia è che, dopo 3 anni di assenza, mi sento molto motivato. Sono pronto ad affrontare la sfida»

[01-05-2010]

 
Lascia il tuo commento