Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Si potranno celebrare i funerali di Brenda

via libera dal pm. Esequie in Brasile

Brenda

Potranno essere celebrati a 5 mesi dalla sua scomparsa i funerali di Brenda, il transessuale brasiliano coinvolto nel caso Marrazzo, morto il 20 novembre scorso a causa di un incendio della sua abitazione in via Due Ponti. La Procura di Roma ha infatti dato il nulla osta per l’avvio delle pratiche per trasferire la salma in Brasile. Brenda era stato coinvolta come testimone perché frequentatrice dell’ex Governatore.

Per la morte del trans il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e il pubblico ministero Rodolfo Sabelli avevano ipotizzato il reato di omicidio volontario contro ignoti. Gli avvocati dei famigliari di Brenda ribadiscono in una nota i lati oscuri che ancora ne avvolgono la morte, a partire dall’aggressione subita dal trans una decina di giorni prima di restare vittime dell’incendio.  

Si tratta della seconda morte contornata da misteri nella vicenda Marrazzo, oltre a Brenda la Procura sta indagando sulla scomparsa di Gianguarino Cafasso, il pusher  trovato morto in un hotel della Salaria; in un primo momento il decesso era stato classificato per overdose ora invece c’è un indagato: si tratta del maresciallo dei Carabinieri Nicola Testini, già arrestato insieme ai suoi colleghi per i ricatti perseguiti nei confronti dell’ex governatore del Lazio. La compagna di Cafasso avrebbe dichiarato che la dose tagliata male sarebbe stata consegnata al pusher proprio da Testini.

 
 

[27-04-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE