Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tango romano
 
» Prima Pagina » Tango romano
 
 

Laura Turner

Mi chiamo Cornelia e il destino mi ha portata a Roma, ma sono del tutto anglosassone: lo dimostrano i miei capelli alla Laura Turner. Ed è per via di questi capelli che amo la notte, e giro da sola di notte.

Qualcuno si sarà fatto l’idea che io sia una specie di mangia uomini. Pensate pure quello che volete, ma la mia carnagione lattea non ama il sole.
A proposito di Tango, sabato sono stata per la prima volta a ballare in una milonga frequentata perlopiù da giovani. Si chiamava “Le fonderie”? Scusate, ma non bado tanto ai nomi dei locali.

C’era una ragazza con un viso d’altri tempi, o meglio aveva un’espressione d’altri tempi, ma i lineamenti erano terribilmente moderni, essenziali. Mi è passata accanto ed ho sentito netto il suo profumo di vaniglia, mentre con un cenno minimo e aristocratico si scusava per avermi appena sfiorata. Non ho inclinazioni saffiche, ma soltanto un sincero amore per la bellezza. L'ho ammirata ballare, sinceramente appassionata della sua luce interiore. Quando ho visto le mie onde bionde riflesse forse in uno specchio, le ho paragonate ai suoi capelli absolutely straight, minimali, del colore più discreto di tutti: il castano.
Qualcuno l’ha salutata: “Ciao, Laura…”
Non poteva che chiamarsi così.

Cornelia

[23-02-2007]

 
Lascia il tuo commento